COMMENTA QUESTO FATTO
 

Eto’o ha lasciato l' Inter. In tutti i sensi. Ieri pomeriggio è salito in auto senza fare dichiarazioni ed è partito sgommando dalla Pinetina. Con tutta probabilità  era l'addio definitivo, l'ultima fase di commiato. Eto'o non farà  più ritorno ad Appiano Gentile.


Non esiste ancora la comunicazione ufficiale della società , ma tutti gli indizi fanno propendere per questo esito: Eto'o ha lasciato l' inter anche perchè il giocatore stesso aveva già  dichiarato che era raggiunto un qualche tipo di accordo con l' Anzhi, squadra del Daghestan.

L'ultima notizia che si aveva era che i russi avevano lasciato la Pinetina ieri pomeriggio, segno evidente che la trattativa era, in una maniera o nell'altra, conclusa. Sembra che l'ultima offerta degli emissari del Daghestan fosse di 30 milioni e poco dopo Eto'o ha lasciato l' Inter.

Resta ora in piedi la questione Sneijder. La società  conferma che rimarrà  nerazzurro ma ci sarebbero due rappresentanti delegati del Manchester United in arrivo entro oggi per presentare l'ultima offerta di 32 milioni. Stando così le cose, tutto si deciderà  entro oggi pomeriggio.

[11 agosto 2011]

Stefano Gogliardi

Notizie Correlate Precedenti


Il Milan riprende Kakà , in Spagna ne sono più che sicuri
Il Milan riprende Kakà , in Spagna ne sono sicuri. Da quanto trapela, il giocatore brasiliano è diventato un problema più che una risorsa per il Real Madrid. L'ingaggio, inoltre, di 11 milioni di euro a stagione è invece sicuramente un problema per il Real che sarebbe risolto “regalando” il giocatore di ritorno al Milan.
Il Milan potrebbe riprendere Kakà  per una cifra simbolica, pur di alleggerire le casse di Florentino Perez dell'onorario del giocatore che non ha trovato a Madrid larga applicazione e che ha sofferto di rendimento alterno.
Il quotidiano spagnolo Mundo Deportivo parla di un affare più che possibile (anche se Galliani continua a ripetere che non c'è nessuna possibilità ) tanto che, a Pechino, vi è stata una cena “di affari” tra Galliani (foto) e Perez per discuterne i dettagli. La cosa è fattibile anche perchè Kakà  non gode a Madrid della considerazione massima del tecnico Mourinho.
[10 agosto 2011]
Stefano Gogliardi

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here