domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

ELISA CLAPS, RESTIVO CONDANNATO

HomeNotizie NazionaliELISA CLAPS, RESTIVO CONDANNATO

NOTIZIE ITALIANE | Condannato a trent'anni, come in primo grado. Danilo Restivo, ritenuto l'assassino di Elisa Claps, è stato condannato dalla Corte d'Assise di Salerno a trent'anni. Si tratta della conferma in tutto e per tutto della condanna che Danilo Restivo aveva ritenuto nel secondo grado di giudizio. Elisa Claps era la ragazzina sedicenne sparita a Potenza il 12 settembre del 1993 e ritrovata diciassette anni dopo nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità , dopo che l'ultima volta che fu vista viva era in compagnia di Restivo.
Il ritrovamento del cadavere di Elisa aveva consentito alle indagini di fareun balzo in avanti e di raccogliere nei confronti di colui che era sempre stato il principale sospettato, prove scientifiche (la presenza del suo Dna sui resti degli abiti della ragazza) che hanno portato i giudici a condannarlo due volte.
Restivo ha partecipato al processo in qualità  di detenuto «in trasferta» dalla Gran Bretagna, dove ha scelto di andare a vivere alcuni anni fa, e dove è stato arrestato e condannato all'ergastolo per l'omicidio di una sua vicina di casa, avvenuto con modalità  in molti casi analoghe a quello di Elisa. Per questo motivo tornerà  a scontare la pena in Inghilterra, anche se i suoi legali, il professor Alfredo Bargi e l'avvocato Marzia Scarpelli, hanno già  deciso che ricorreranno in Cassazione e sperano quindi in un verdetto che porti a celebrare nuovamente l'appello.
La mamma di Elisa Claps, la signora Filomena Iemma, alla lettura del verdetto è scoppiata a piangere stringendo tra le mani una foto della figlia.

Mario Nascimbeni
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[25/04/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto?

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...