31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Editoriale di Padova in crisi, titolare si toglie la vita

HomeNotizie VenetoEditoriale di Padova in crisi, titolare si toglie la vita

zanardi editoriale padova fabbrica stabilimento edificio

Giorgio Zanardi, 74 anni, si è tolto la vita, non ce la faceva più a portare avanti la Zanardi Editoriale di via Venezuela 3 di Padova. Vere lacrime oggi quelle dei dipendenti che dimostrano, meglio di ogni parola pronunciata, il rapporto all’interno di un’azienda che non è solo ‘un posto di lavoro’.

Giorgio Zanardi si sarebbe suicidato perchè non riusciva più a pagare gli stipendi ai ‘suoi’ operai. Il lavoro era calato, la liquidazione di alcuni soci, la cassa integrazione per 80 dei 110 dipendenti, le banche che hanno chiuso i rubinetti, la richiesta di concordato: la situazione continuava a peggiorare.

La Zanardi Editoriale era stata aperta negli anni ’60 ed era arrivata a contare 300 di dipendenti. Oggi, persino le due figlie del titolare erano finite in cassa integrazione. “Si è suicidato perché non riusciva più a pagare gli stipendi dei propri operai, perché era uno di noi” ha spiegato una dipendente in lacrime. “Paghi pure i fornitori prima, noi stringiamo i denti per il bene dell’azienda” avevano detto i dipendenti che ben conoscevano il valore e la serietà dell’uomo.

Proprio quella serietà era entrata in conflitto con l’amor proprio dell’uomo che non accettava il ‘disonore’ di una crisi che però non era per colpa sua.

Il presidente di Confindustria Padova Massimo Pavin: “È un dovere di tutti, nessuno escluso, farsi un esame di coscienza spietato, chiedersi cosa si poteva fare e non è stato fatto”.

Redazione

[14/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.