Ecco lo spesometro, come funziona?

ultima modifica: 27/04/2014 ore 18:22

195

spesometro negozio vetrine abbigliamento

Arriva lo spesometro, lo strumento con il quale il Fisco verrà a conoscenza se avete comprato qualche articolo di lusso, e si parte dall’anno scorso. Avete comprato un gioiello molto prezioso per la vostra fidanzata? Avete dato un acconto per quello yacht che vi piaceva tanto? Nessun problema, ma l’acquisto deve essere ‘congruo’ con il vostro tenore di vita, altrimenti il fisco vi chiederà come avete fatto. Logico no?

Lo spesometro, in pratica, prende vita da oggi. Due le date di riferimento: il 22 (oggi) e il 30 aprile. La prima scadenza riguarda chi liquida l’Iva ogni tre mesi, mentre il 30 aprile toccherà agli operatori finanziari attraverso i quali passano i pagamenti per acquisti dai 3.600 euro in su effettuati con carta di credito e bancomat.

Bisognerà comunicare all’Agenzia delle entrate sia le prestazioni rese che ricevute. I commercianti, le imprese e gli operatori finanziari che venderanno questi beni sono obbligati a comunicarlo al Fisco. Sono esonerate dallo spesometro le cessioni all’esportazione effettuate dalle imprese, le importazioni e gli acquisti intracomunitari che sono già soggetti ad altre rilevazioni da parte dell’anagrafe tributaria.

Lo spesometro permetterà una serie di informazioni in entrata per l’Agenzia delle entrate formando una banca dati dettagliata. Si tratta di una versione modificata del’idea dello spesometro uscito nel 2010 che riguardava le spese da 25 mila euro in su, effettivamente una soglia troppo alta per stilare delle griglie fedeli al reale.

Anche le banche e gli operatori finanziari giocano un ruolo cruciale: il 30 aprile di ogni anno dovranno comunicare i dati delle operazioni Iva (non inferiori a 3.600 euro) effettuate l’anno precedente attraverso carta di credito o bancomat. Gli operatori dovranno comunicare al Fisco i dati di chi ha sostenuto l’acquisto, gli importi della transazione, la data e il codice fiscale dell’operatore attraverso il quale è avvenuto il pagamento elettronico.

Paolo Pradolin

[22/04/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ nuovo virus cinese 'Coronavirus' ceppo della Sars: ultimi aggiornamenti
➔ "Bomba Day" a Marghera: evacuazione domenica 2 febbraio per migliaia di cittadini. Tutte le informazioni

4 persone hanno commentato questa notizia

  1. Boicottare , boicottare , boicottare non comprando più nulla , specialmente chi può permettersi di spendere . Affamare il paese , sciopero fiscale e prelevare soldi dalle banche . E’ questo l unico modo per disfarsi di un governo inutile servo dell Europa inutile !!!

  2. Mi viene da vomitare. Ormai viviamo in un regime di dittatura fiscale dove ogni porcheria che fa il governo può impunemente non appartenere al buon senso, al rispetto della libertà personale, ad una logica di giustizia vera e non di legalismo opprimente.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here