31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Ebola, come affrontarlo. Inviato il piano alle Ulss

HomeNotizie VenetoEbola, come affrontarlo. Inviato il piano alle Ulss

ulss 12 veneziana sede centrale zelarino

Non c’è pericolo immediato, non c’è nulla da temere, ma assieme alle rassicurazioni arriva la notizia che ora le Ulss sanno come affrontare un eventuale caso di Ebola dalle nostre parti.
Il Settore Igiene Pubblica e Prevenzione della Regione del Veneto ha infatti realizzato con il supporto di un gruppo di esperti un protocollo con le prime indicazioni operative di risposta regionale per la prevenzione e le eventuali tipologie di intervento da attuare in caso dovesse presentarsi il virus Ebola. Il piano è statp trasmesso oggi a tutte le Ulss.

Il documento, contiene anche indicazioni utili per i viaggiatori diretti nelle zone colpite ai quali tra l’altro si raccomanda di evitare il contatto con malati e/o i loro fluidi corporei e con i corpi e/o i fluidi corporei di pazienti deceduti; evitare contatti stretti con animali selvatici vivi o morti; evitare di consumare carne di animali selvatici.

Il protocollo fornisce la definizione di caso e classifica il rischio di contrarre la malattia a seconda del tipo di esposizione, con particolare riferimento al rischio derivante dai viaggi verso i Paesi interessati dall’epidemia.

Vengono poi illustrate le tipologie di intervento che devono essere attivate a fronte dei casi sospetti, possibili e probabili, anche in riferimento alla diagnosi differenziale con le altre malattie infettive febbrili di importazione quali la malaria.

Sono stati previsti percorsi di sicurezza per la gestione in ambiente specialistico dei casi probabili e confermati incluso l’invio dei campioni biologici ai centri di riferimento nazionale per la conferma laboratoristica.

Redazione

02/09/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.