20.4 C
Venezia
domenica 26 Settembre 2021

DOLORES VALANDRO CONDANNATA A 13 MESI | Per la frase 'Nessuno stupra la Kyenge?'

HomeNotizie NazionaliDOLORES VALANDRO CONDANNATA A 13 MESI | Per la frase 'Nessuno stupra la Kyenge?'

NOTIZIE VENETO | Alla fine è stato inutile chiedere scusa. Quella 'sparata' è costata alla consigliera leghista del quartiere Arcella (espulsa dal partito) Dolores Valandro 13 mesi di reclusione davanti ai giudici.
Con processo per direttissima Dolores Valandro è stata condannata ad un anno e un mese di carcere con la sospensione condizionale, la pena accessoria del divieto di partecipare a comizi politici e all’attività  di propaganda elettorale per tre anni (una volta che la sentenza sarà  definitiva), oltre al pagamento di un risarcimento alle parti civili, 10 mila euro al Comune di Padova (tutelato dall’avvocato Giorgio Gargiulo) e mille euro ciascuno alle associazioni Razzismo Stop e Giuristi democratici(avvocato Marco Cinetto con la collega Aurora D’Agostino) nonché Studi giuridici sull’immigrazione (avvocato Federica Panizzo).
La 'colpa' di Dolores Valandro è di aver espresso attraverso Facebook frasi che si configurano entro il reato di istigazione all'odio razziale, perchè orientate a esortare a commettere atti di violenza sessuale per motivi razziali.
Vittima la stessa ministro dell’Integrazione Kyenge al centro dei fatti di questi giorni. La frase incriminata, condivisa attraverso Facebook, era: «Ma mai nessuno che se la stupri, così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato?».

Come la ex consigliera leghista del quartiere Arcella ha spiegato in aula, la frase era rivolta al ministro in quanto tale, non a Kyenge per il colore della pelle in quanto non di origine italiana. La figlia della leghista aveva subito un tentativo di stupro in Prato della Valle da parte di un 'diversamente italiano' e Dolores Valandro intendeva prendersela con il ministro che non aveva preso posizione pubblica contro questo tipo di reati.
L'interpretazione dei giudici è stato, però, diverso.

Redazione
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[18/07/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor