18.9 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Disordini a Roma, un uomo perde una mano e decine di feriti

HomeCronacaDisordini a Roma, un uomo perde una mano e decine di feriti

scontri disordini manifestazione corteo

Sul marciapiede tracce di sangue. Juan Savoleta, peruviano di 47 anni, ha perso una mano. Via Veneto, piazza Barberini e via del Tritone si sono trasformate per lunghi minuti in un campo di battaglia: romani in fuga, turisti barricati negli hotel, negozi sbarrati, strade blindate, strade inaccessibili.
I disordini a Roma hanno provocato questo bollettino che sembra di guerriglia urbana.

Tutto nasce in concomitanza con manifestazione dei movimenti di lotta per la casa, contro l’austerity, il job act. Gli incidenti avvengono quando si manifestano circa 300 teppisti incappucciati. Black bloc ai quali si sono aggiunti per la prima volta i blue bloc, giovani mascherati che indossavano caschi neri e kway azzurri.
Ad un certo momento la confusione era totale perchè alcuni di loro avevano addosso le scritte (vere) del Reparto mobile della polizia, altri ne riportavano delle imitazioni.

I Black bloc incappucciati si sono materializzati poco dopo la partenza del corteo dall’«acampada» di Porta Pia. L’obiettivo era quello di assediare i ministeri. Prima quello dell’Economia in via XX Settembre bersagliato con frutta, uova, ortaggi, oltre a bottiglie che sono state riservate anche ai fotografi.

Il corteo — 5 mila persone per le forze dell’ordine, 20 mila per gli organizzatori — è salito fin davanti all’Hotel Majestic, «prigione» per i turisti terrorizzati affacciati alle finestre.

La guerriglia è così scoppiata. Battaglia con lanci di maxi petardi e razzi a scoppio ritardato che hanno provocato ustioni a otto dei 20 uomini delle forze dell’ordine feriti negli scontri.

Quindici manifestanti sono finiti in ospedale, ma sono di più in qualnto al pronto soccorso in molti hanno rinunciato ad andare o si sono presentati dopo molte ore per non essere identificati.

Il peruviano che ha perso una mano – lasciando letteralmente le dita per strada – secondo i parenti vendeva panini alla manifestazione, mentre per la polizia ha precedenti, e lo scoppio sarebbe avvenuto mentre raccoglieva una di quelle trappole esplosive.

Redazione

[13/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.