7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Diritti tv sul calcio, dovremo cambiare decoder?

HomeEconomiaDiritti tv sul calcio, dovremo cambiare decoder?
la notizia dopo la pubblicità

Diritti tv calcio cambio sistema utenti

E’ ancora tutto in alto mare. Nonostante ieri l’assemblea dei club di serie A avrebbe dovuto decidere l’assegnazione dei diritti tv per il triennio 2015-2018, nessuna decisione è stata presa.
I Diritti tv sul calcio sono una discussione infinita che riprende domani, dopo tre ore di discussioni alquanto accese avvenute ieri. Giovedì scade il termine ultimo per l’attribuzione fissato dal bando.

E’ ormai chiaro che la Lega è crca la massimizzazione degli introiti, che nella stagione 2013-2014 sono stati di 838 milioni di euro. La cifra potrebbe salire per i prossimi tre campionati (2015-2018) a un miliardo e 86 milioni all’anno se venissero accolte le offerte più alte, ma evidentemente ciò non è ancora sufficiente per tutti i rappresentanti della Lega.

Se venissero accettate le proposte la situazione prenderebbe così corpo: a Sky le partite delle squadre migliori ma sul digitale terrestre, a Mediaset gli stessi match ma sulla piattaforma satellitare. Il che comporterebbe una rivoluzione nel calcio in tv, dal momento che oggi Sky trasmette su satellite e Mediaset su digitale, cioè proprio l’opposto.

Come si è arrivati a questo punto?
I diritti tv sul calcio sono stati posti in vendita con cinque pacchetti: A) tutte le partite delle 8 squadre principali solo per la piattaforma satellitare. B) Stessa offerta ma solo per il digitale terrestre. C) Interviste e spogliatoi. D) Tutte le partite delle altre 12 squadre (a prescindere dalla piattaforma). E) Qualche partita su Internet. All’apertura delle buste, Sky avrebbe offerto 355 milioni per le partite delle 8 squadre principali sulla piattaforma satellitare e 420 milioni per il digitale terrestre, 120 milioni per le altre 12 squadre. Mentre Mediaset avrebbe offerto 350 milioni per il pacchetto A, 280 per il pacchetto B e 306 milioni per il D. Dunque la Lega sarebbe orientata ad assegnare a Mediaset il pacchetto A e il pacchetto D e a Sky Italia il pacchetto B.

Di fronte a tale scenario ieri mattina è intervenuto a gamba tesa il gruppo di Murdoch, che ha diffidato la Lega Calcio e il suo presidente, Maurizio Beretta, dall’assegnare i diritti tv fuori dalle regole del bando. «È un passo a cui siamo stati costretti perché il rispetto delle regole è sempre fondamentale e in questa gara noi abbiamo fatto le offerte più alte», ha spiegato Sky.

A fine giornata è arrivata la reazione di Mediaset, che ha inviato una contro-diffida nei confronti dell’emittente rivale per turbativa d’asta e concorrenza sleale con minaccia di danni nei confronti di Sky e Lega in caso di assegnazione congiunta dei pacchetti A e B.

I diritti tv sulla Champions League sono già stati acquistati da Mediaset, mentre ora per la Serie A si profila all’orizzonte uno scenario in cui gli utenti già clienti di una delle due piattaforme, devono cambiare sistema di ricezione per passare dal satellitare al digitale terrestre, o viceversa.

Redazione

[24/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore
spot

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...
Advertisements

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...