8.1 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Diritti calcio in tv, oggi ultima chiamata

HomeCalcioDiritti calcio in tv, oggi ultima chiamata
la notizia dopo la pubblicità

Diritti calcio in tv oggi ultima chiamata

Un’altra giornata passata senza nessuna decisione presa. Il braccio di ferro tra Sky e Mediaset – con arbitro la Lega – non assegna ancora vincitori.
Diritti calcio in tv: tutto rinviato ancora. A qundo? A mezzogiorno di oggi.
Questo sarà il termine ultimo oltre al quale non si può proprio andare.

In ballo ci sono le trasmissioni tv delle partite di Serie A del triennio 2015-2018. Adriano Galliani spiega: «Se si rifà il bando si può cambiare tutto, le cifre, i pacchetti, le composizioni». Non vogliono parlare i presidenti dei club, tranne qualche eccezione. In ballo c’è oltre un miliardo di euro, un bell’incasso se tutto filasse liscio (per alcune squadre i diritti rappresentano oltre il 50% dei ricavi).

Secondo alcune voci, la Lega Calcio sperava di vedere i principali protagonisti, cioè Sky e Mediaset, trovare un accordo pre-assegnazione. Avrebbe consentito ai club di massimizzare gli introiti senza strascichi legali. Ora non c’è più tempo, anzi le due aziende se le sono date di santa ragione in questa battaglia fatta ad un certo momento di comunicati pubblici.

la situazione di ieri racconta che Fiorentina e Roma fossero contrarie e la Juventus alquanto dubbiosa sulla decisione di assegnare a Sky – secondo l’indicazione dell’advisor Infront per massimizzare i ricavi – le partite delle 8 squadre principali da trasmettere sul digitale terrestre, a Mediaset gli stessi match ma per piattaforma satellitare, e sempre al Biscione anche le partite delle altre 12 squadre.

Sky rivendica di avere fatto le offerte maggiori per le partite delle 8 squadre principali su entrambe le piattaforme e il principio che l’offerta più alta vince. Mediaset, invece, sostiene che assegnare a un unico operatore pay le 248 partite delle otto squadre di serie A che da sole rappresentano oltre l’86% dei telespettatori tifosi italiani è quello che la legge, le autorità regolamentari e la stessa Lega Calcio hanno sempre voluto impedire a difesa dei consumatori e della concorrenza.

Diritti calcio in tv, oggi ultima chiamata, ma a quanto pare, il bando era fatto male, tale per cui un’empasse di questo tipo poteva crearsi, e questo sta facendo irritare più di qualche presidente di serie A, che vorrebbe eliminare il rischio di ricorsi che prevedono tempi giudiziari e mettono magari a rischio il calendario.

Redazione

[26/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...