Dipendenti pubblici, pensioni, Tfr, cosa cambia con la manovra

85

Sono solo i dipendenti pubblici o quelli che stanno per andare in pensione a doversi preoccupare? Decisamente no. Una manovra che tocca un po' tutti e raddoppia quella che già  era varata sommando a quella dei 47 miliardi questa nuova di altri 45, per provvedimenti che superano i 90 miliardi totali entro il 2013. “Siamo addolorati ma soddisfatti”ha detto il presidente del Consiglio.


Ma cosa cambia in concreto con la manovra? Molte cose, alcune le riassumiamo qui sotto. Ha fatto la sua comparsa anche una 'Robin Hood Tax' che, a seconda dell'esito, deciderà  anche l'entità  di altri interventi. Si profila un ulteriore rincaro delle sigarette.

TFR
Per i lavoratori pubblici il trattamento di fine rapporto subirà  un congelamento di due anni. Il ritardo dovrebbe riguardare i pensionamenti per anzianità  e non quelli per vecchiaia.

TREDICESIME
Per i dipendenti delle amministrazioni pubbliche che non sono riusciti a dimostrare il rispetto degli obiettivi di riduzione della spesa pubblica ci potrebbe essere il taglio della tredicesima mensilità .

PROVINCE
Dopo le prossime amministrative potrebbero essere tagliate le province che stanno sotto i 300.00 abitanti in base al nuovo censimento che verrà  effettuato.

POLITICA
Via circa 54.000 poltrone tra Regioni, Province e Comuni.

VOLI DI STATO PER POLITICI
Basta con i lussi a bordo degli aerei per parlamentari, amministratori pubblici, dipendenti dello Stato, componenti di enti ed organismi. Anche per loro da oggi classe turistica.

TAGLI MINISTERI
Saranno corposi ma il ministro Tremonti ha assicurato che non verranno toccati: Sanità , Scuola, Ricerca, Cultura e 5 per mille.

FESTIVITA'
Spariranno tutte quelle non riconosciute dal patto Vaticano accorpandole alle domeniche.

AUMENTI
In arrivo su sigarette, giochi, accise, tabacchi e rendimenti (esclusi titoli di Stato).

SERVIZI PUBBLICI LOCALI
Massima liberalizzazione e incentivazione alle privatizzazioni.

PENSIONI DONNE
Parte dal 2015 (anzichè 2020 come inizialmente previsto) il progressivo innalzamento a 65 anni dell'età  pensionabile delle donne nel settore privato.

EVASIONE
Diventano tracciabili tutte le transazioni superiori ai 2.500 euro. Inasprimento sanzioni, fino alla sospensione dell'attività , per che non rilascia fatture o scontrini fiscali. Saranno aggiornati gli studi di settore.

CONTRIBUTO SOLIDARIETA'
Viene esteso ai dipendenti privati quanto previsto per i dipendenti pubblici e per i pensionati: prelievo del 5% della parte di reddito eccedente i 90.000 euro e del 10% della parte eccedente i 150.000.

[13 agosto 2011]

Mario Nascimbeni

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here