20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Dipendenti Comune di Venezia in rivolta per gli stipendi

HomeNotizie Venezia e MestreDipendenti Comune di Venezia in rivolta per gli stipendi

proteste ca' farsetti comune venezia

Tagli sugli stipendi dei dipendenti comunali: tutto per aria. Ieri mattina la giornata è cominciata con l’assemblea dei lavoratori che rischiano di veder tagliati ogni mese, in varie quote, fino a duecento euro dal loro stipendio. La speranza resta agganciata a quell’emendamento che attenua le sanzioni per l’uscita dal patto di stabilità del Comune, a parole promesso a Orsoni che si era impegnato in questo senso, nei fatti non semplice da ottenere.

La tensione tra i lavoratori, intanto, è alle stelle. Nel pomeriggio c’è stato l’incontro tra parti sociali, rsu e amministrazione, ma è finito bruscamente e imrovvisamente prima del tempo. «Stavamo per firmare un accordo quando il direttore generale Marco Agostini ha lasciato la sala», ha spiegato Sergio Chiloiro, segretario della Cgil funzione pubblica.

L’intesa prevedeva il pagamento di tutto lo stipendio anche nel mese di febbraio e la ripresa dei servizi, al momento congelati in attesa di capire cosa succede a Roma. «Mai successa una cosa simile».

I sindacalisti si sforzano per coinvolgere i lavoratori: «Non facciano solo documenti di solidarietà, serve una forte azione politica», ma molti di loro sono sfiduciati. Per questo una parte dei lavoratori si è costituita in un Comitato di base.

Su una questione ieri sono stati tutti d’accordo: la produttività non si tocca! E’ quella parte accessoria dello stipendio che integra una paga che altrimenti sarebbe «da fame».

Paolo Pradolin

[24/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.