16.3 C
Venezia
martedì 21 Settembre 2021

DIECI SAGGI AL LAVORO | Napolitano: 'Sbloccare situazione politica'

HomeNotizie NazionaliDIECI SAGGI AL LAVORO | Napolitano: 'Sbloccare situazione politica'

Dieci saggi voluti da Napolitano al lavoro. Sono le 'commissioni' volute da Napolitano per accorciare le distanze tra i partiti. Oggi pomeriggio negli spazi dell'Archivio storico tornerà  a riunirsi la commissione per le riforme istituzionali, con Violante, Quagliariello, Mauro e Onida. Domani toccherà  alla formazione «economica», Pitruzzella, Rossi, Giovannini, Giorgetti, Bubbico e Moavero. Nell'agenda dei provvedimenti, per ora ci sono solo i titoli: crescita, fisco, esodati, ammortizzatori sociali.
I saggi «politici» partono da una base più avanzata. Per la riforma dei regolamenti parlamentari c'è la bozza Quagliariello-Zanda e, per la modifica del Porcellum, tra Violante e lo stesso Quagliarello l'intesa è buona. Viste le recenti aperture del Pd il doppio turno alla francese è un punto di mediazione a portata di mano. La soluzione piace al Pdl e Quagliariello spinge per una riforma di sistema, che includa il presidenzialismo.

I Dieci saggi sono collocati in un ambiente quasi monastico, accomodati in austeri banchi a cellulari rigorosamente spenti.
Il presidente ha chiesto agli esperti di osservare la consegna del silenzio. Si è scusato per non aver nominato neppure una donna e ha fissato in «otto, dieci giorni» il «giusto» limite temporale dell'iniziativa, che ha messo in agitazione le forze politiche e però ha centrato l'obiettivo di tranquillizzare i mercati.
«Comprendo il disappunto che con accenti polemici si è espresso per non aver inserito in quella rosa delle personalità  femminili, mi dispiace e me ne scuso».

Napolitanto ha anche chiarito che se ha chiamato i saggi è perché «la rigidità » delle forze politiche gli ha impedito di trovare una soluzione alla crisi, il che però non vuol dire che i gruppi di lavoro «indicheranno un tipo o un altro di soluzioni di governo».
Il compito dei Dici saggi è riportare al centro dell'attenzione i problemi «seri e urgenti» del Paese, misurare convergenze e divergenze e «creare condizioni più favorevoli, allo scopo di sbloccare una situazione politica irrigidita in posizioni inconciliabili».

paolo pradolin
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[04/04/2013]
(foto di repertorio)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor