4.2 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

DALIPAGIC A VENEZIA | La Reyer può battere Varese e passare il primo turno dei playoff

HomeCi occupiamo di...DALIPAGIC A VENEZIA | La Reyer può battere Varese e passare il primo turno dei playoff
la notizia dopo la pubblicità

L'INTERVISTA | Pochi mesi fa si è fatto l’anca destra nuova. Una protesi che gli ha consentito di riprendere a fare ciò che ama di più da quando ha smesso di cecchinare i canestri delle squadre avversarie. Drazen Praja Dalipagic oggi ha 61 anni. Vive a Belgrado con la moglie e il basket lo guarda solo alla televisione, soprattutto l’EurolegaL’Italia, però, resta la sua seconda casa, Venezia soprattutto. E quando la Reyer chiama lui dice sempre presente. Come in occasione della presentazione dell’iniziativa “Crociera Reyer”, il camp estivo per i ragazzini che la società  di basket veneziana organizza in collaborazione con Msc a bordo di una delle navi della flotta della compagnia navale, la Msc Fantasia, che salperà  dal porto di Venezia il 7 luglio per raggiungere la Grecia e quindi fare ritorno in Laguna il 14 luglio.
A bordo della Msc Fantasia ci sarà  anche lui, il Praja. E quale miglior modello del basket internazionale poteva essere scelto per insegnare ai ragazzini a giocare a basket.
Oggi, però, Drazen la pallacanestro la guarda solo alla televisione. Campionato italiano compreso.
«Ho visto anche la vittoria della Reyer contro Avellino – spiega – Venezia è una buona squadra. Ora che si appresta a giocare i playoff come obiettivo minimo deve porsi quello di superare il primo turno. Gioca contro Varese, lo so, un po’ la squadra sorpresa del campionato ma giunti a questo punto non ci deve porre limiti. Venezia, forse, per fare il salto di qualità  ha bisogno di maggior continuità  nei risultati e nel gioco, non subire passaggi a vuoto. Ma adesso sono playoff, bisogna dare tutto e può succedere di tutto. Il campionato italiano è molto livellato. Non c’è più la Siena schiacciasassi, la squadra da battere. Tutti possono battere tutti».
Varese è allenata da Frank Vitucci, un ragazzo che li conosce bene. «Ma sapete che l’ho scoperto da poco che Vitucci è il coach di Varese? Non ci crederete ma è così. Io me lo ricordo come un bravo ragazzo, determinato. Se è arrivato fino a questo punto vuol dire che è stato anche furbo. Gli auguro il meglio».
Praja e il basket oggi. Il suo giudizio? «Si fa sempre più fatica a trovare talenti. Il livello tecnico generale del gioco è più verso il basso: anche da noi nella ex Jugoslavia. Non si vedono più i ragazzini giocare nei campetti, fare il due contro due su un canestro fino a quando non c’è più luce. Lo sport è più costruito e sempre meno spontaneo. E questo, a volte, penalizza il talento, la fantasia. L campionato italiano quest’anno è molto livellato, ma anche in Europa ad eccellere sono sempre le stesse squadre. L’Eurolega è l’unico torneo che ancora mi diverte vedere alla televisione».
Praja scherza e scatta foto con tifosi e anche con uno dei talenti Reyer come Tommaso Fantoni (vedi foto). Si stringono la mano, scherzano. «Lei è un mito, un piacere stringerle la mano» dice Fantoni. «Sei bravo sotto canestro? Bene è già  molto importante nel basket di oggi. Per tirare bene come facevo io hai ancora tempo» risponde Drazen che poi chiede: «Dove si può fumare qui sulla nave?».
Ma a lui si può concedere.

Raffaele Rosa
[[email protected]]
Riproduzione Vietata
[5/05/2013]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.