4.8 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

Crollo Carlo Steeb: nelle carte dell’appalto la richiesta di verifica alle strutture

HomeLido di VeneziaCrollo Carlo Steeb: nelle carte dell'appalto la richiesta di verifica alle strutture
la notizia dopo la pubblicità

crollo carlo steeb

Accertati i danni subiti al tetto della Chiesa della casa di riposo “Carlo Steeb” al Lido di Venezia, continuano incessanti i controlli alla struttura. A richiedere che venga passata al setaccio la zona, il Direttore della Usl 12, Giuseppe dal Ben, mentre l’incaricato che dovrà accertare le cause del crollo è stato scelto da Venezia Sanità (società dell’Usl 12) ed è Renato Vitaliani, professore associato di Tecnica delle Costruzioni dell’Università di Padova.

In primo luogo verrà valutata la tenuta strutturale dell’edificio, così come le norme di sicurezza e si tenterà di ricostruire il momento del crollo, per capire cosa possa averlo causato.

“L’evento non era in alcun modo prevedibile – aggiunge l’Usl 12 – dato che non risultano segnalazioni recenti di problemi alla struttura, né vi erano altri elementi che potessero far pensare ad un pericolo di crollo.”
Documenti alla mano però, quello tecnico allegato al contratto d’appalto (da aprile di quest’anno affidato da Venezia Sanità alla cooperativa Codess) indica proprio la richiesta di un controllo alla struttura per alcuni problemi in precedenza lamentati.

Il segretario della Fpl-Uil Pietro Polo, ha spiegato: “Tra gli impegni richiesti dal nuovo capitolato c’era proprio quello di sistemare tutti gli edifici in base alle norme di sicurezza. Solo che la Chiesa era l’ultima delle preoccupazioni di tutti. Molto più timore destava invece la situazione degli edifici e dello stabile: sono anni che non ci mettono le mani, l’ultimo restauro dovrebbe risalire alla vecchia gestione, quella delle Sorelle della Misericordia.”

La Codess da parte sua non vuol difendersi ne’ rilasciare dichiarazioni, e nella figura del responsabile Area Veneto, Marco Ranzato, opta per un “no comment”.

Il sindaco Giorgio Orsoni ha espresso una sua opinione, dicendo: “Da quello che capisco non è un edificio particolare, non si tratta del caso di immobili antichi di Venezia, penso che si dovrà valutare l’incuria della proprietà o di chi lo aveva in consegna.”

Alice Bianco

[04/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...