25.1 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Crisi Actv a Venezia, vaporetti più grandi e divisione turisti e residenti

HomeNotizie Venezia e MestreCrisi Actv a Venezia, vaporetti più grandi e divisione turisti e residenti

Crisi Actv a Venezia

Gli ultimi mesi sono stati di autentita crisi Actv a Venezia. I disagi su vaporetti e motoscafi non si contano, le polemiche pure.
Ora pare che la ‘sperimentazione’ dei nuovi orari non fosse in realtà proprio tale, in quanto si apprende che tornare indietro sarebbe impossibile, visto che servirebbero due milioni e mezzo di euro.

Oltre a questo non si può più non considerare che la flotta dei mezzi è insufficiente, che i tempi di percorrenza dilatati hanno portato più carico di utenti sui mezzi in funzione, e che servirebbero vaporetti più grandi per i passeggeri soprattutto costituiti da turisti e valigie.

Bergamo l’altro giorno ha risposto a polemiche e attacchi: «paghiamo gli errori commessi nelle gestioni precedenti», ma è pure vero che per la crisi Actv a Venezia si stanno studiando ipotesi divere: vaporetti più grandi, oppure dividere i turisti dai veneziani, spostando i primi in percorsi più decentrati. Perché passare in Canal Grande per arrivare a San Marco e non usare il canale della Giudecca? L’intenzione è quella di differenziare anche la tariffa, dimezzando quella dei mezzi più «esterni» e invogliare i passeggeri a lasciare ai residenti i vaporetti che servono il centro.

Tra vaporetti nuovi, un paio di motonavi e un ferry che servirebbero oggi, sono necessari quasi 40 milioni di euro che però Actv oggi non ha.

Redazione

[11/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.