2.8 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Cose Nostre – Malavita (The Family), lì dove il mob movie diventa comedy. Di Sara Prian

HomeCinema: news e recensioni di Sara PrianCose Nostre - Malavita (The Family), lì dove il mob movie diventa comedy. Di Sara Prian
la notizia dopo la pubblicità

family cose nostre malavita

La famiglia Manzoni, capeggiata da Giovanni (Robert De Niro) ex capo della mafia di Brooklyn, deve ancora una volta cambiare città per essere protetti dall’FBI. L’uomo si trasferisce quindi con la moglie Maggie (Michelle Pfeiffer) e i figli Belle (Dianna Agron) e Warren (John D’Leo) in Francia. Ma anche qui, il pericolo, si nasconde dietro l’angolo.

“Cose nostre – Malavita”, titolo italiano per la pellicola semplicemente intitolata “The Family”, prosegue principalmente attraverso due binari. Il primo è quello di rendere omaggio alla carriera di Robert De Niro che da habitué del cinema gangster si è saputo reinventare (alla grande) come attore di film commedia. Besson, attraverso questa pellicola infatti, fa una summa del lavoro di “Bob” e gli dedica addirittura una scena in un piccolo cinema di città dove lui, spettatore normale, vede “Quei bravi ragazzi”.

Dall’altro lato, invece, la pellicola si fonda fortemente sulle idiosincrasie dei protagonisti verso gli abitanti della cittadina e, se si vuole vederla più globalmente, degli americani verso i francesi. Il tutto raccontato con estrema ironia dalla telecamera di un regista franco, che ha lavorato tantissimo negli Stati Uniti.

Il problema di “Cose nostre – Malavita” però è sulla sceneggiatura che, se da una parte funziona anche grazie ad un cast che riesce a prendersi in giro da solo e tra le quali spunta la promettente Dianna Agron, dall’altra gira troppe volte su se stessa adagiandosi, su buona parte del film, sulle scenette e gli sketch di una famiglia americana che non riesce ad integrarsi con le maniere francesi. Per tutta la prima parte, infatti, il film è cosparso, con molte probabilità volutamente, dai cliché e luoghi comuni che, dopo un po’, finiscono per stancare.

Di buono c’è però un finale adrenalinico, ricco d’azione ed esplosioni che ricorda il meglio della filmografia di Besson e di Martin Scorsese a cui si vuol fare apertamente omaggio.

Un film godibile, divertente, con una discontinuità ed alternanza continua di generi che se da una parte potrebbe dar fastidio, dall’altra potrebbe diventare il punto di forza di una pellicola che viaggia perennemente tra il mediocre e il buono.

Sara Prian

[20/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...