24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Consorzio Venezia Nuova scrive a Renzi: ‘’Servono garanzie’’

HomeLido di VeneziaConsorzio Venezia Nuova scrive a Renzi: ‘’Servono garanzie’’

Scandalo Mose, sindacati

Ieri il Consiglio Comunale dimissionario ha approvato una mozione per chiedere a governo e Parlamento l’immediata costituzione di una commissione d’inchiesta parlamentare sulle attività del Consorzio Venezia Nuova, lo scioglimento del Consorzio e l’affidamento della supervisione e del controllo sui cantieri aperti ad un’autorità indipendente. Il Cvn però, ha deciso di scrivere al premier Renzi.

Durante il consiglio direttivo del Consorzio, tenutosi ieri, il presidente Mauro Fabris ha ribadito l’obiettivo di attuare una ‘’spending review’’ e di incontrare il Presidente del Consiglio, proprio per evitare che il Comune di Venezia faccia affondare l’ente.

Intanto il Cvn ha fatto sapere che è stata indirizzata una letta a Palazzo Chigi, nella quale si chiede questo incontro e con urgenza e soprattutto che il governo si esprime in merito al Mose. I lavori del sistema per la difesa di Venezia dalle acque alte, è infatti completato al 80/85%, quale sarà il suo futuro? I finanziamenti previsti per il completamento arriveranno?

Solamente una delle richieste per ora potrà quasi certamente avvenire, il premier Renzi infatti, il 7 e 8 luglio prossimi sbarcherà in laguna, più precisamente all’Arsenale, per il summit sul Digitale e i vertici del Consorzio ne potranno approfittare per un faccia a faccia.

Redazione

[24/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.