1.2 C
Venezia
martedì 07 Dicembre 2021

Chioggiotto fa il diavolo a quattro a Mestre. Condannato

HomeMestre e terrafermaChioggiotto fa il diavolo a quattro a Mestre. Condannato
la notizia dopo la pubblicità

polizia volante rapinatori rapina in banca

E’ accaduto giovedì scorso. Un uomo, poi identificato per B.R. , chioggiotto di 52 anni, che presentava una vistosa ferita alla nuca, aveva tentato di consumare una bevanda alcolica in un bar di Corso del Popolo.

Respinto dal titolare, viste le sue condizioni, nell’uscire dal bar incrociava un poliziotto libero dal servizio che consumava un panino. Riconosciuto, lo colpiva improvvisamente e inspiegabilmente con un ceffone alla tempia senza alcuna ragione.

L’uomo veniva quindi bloccato anche con l’aiuto di altri clienti presenti nell’esercizio pubblico, e condotto presso gli uffici del vicino Commissariato.

Ancora in evidente stato di agitazione e privo di qualsiasi inibizione, l’uomo, anche nel cortile interno del Commissariato di P.S. continuava comunque ad offendere e a minacciare tutto il personale intervenuto, cercando così di istigare una qualsiasi reazione da parte degli operatori, minacciando pure che avrebbe denunciato tutti per la ferita al capo che invece riportava fin da prima l’incontro.

Durante il trasporto nell’ambulanza, di nuovo, B.R. tentava di avventarsi con una testata ed un ceffone verso uno degli agenti, che prontamente schivava i colpi. Ne è seguita una colluttazione nella quale un terzo agente ha riportato una leggera lesione ad un polso.

Infine, il chioggiotto tentava un’improbabile fuga nell’intento di sottrarsi all’attività degli operatori, costringendo gli intervenuti ad immobilizzare e a porlo in stato d’arresto.

La condotta violenta dell’uomo è proseguita anche durante le cure mediche a cui è stato sottoposto al pronto soccorso dell’ospedale di Chioggia, dove non ha esitato a rivolgersi con epiteti ingiuriosi ed offensivi anche contro il personale sanitario, rendendosi responsabile di una nuova reazione violenta, questa volta con il personale dell’Arma dei Carabinieri di Chioggia, chiamati in ausilio.

Pesanti, alla fine, i referti medici stilati dai sanitari di Chioggia: 1° giorni di prognosi per il collega percosso all’interno del bar, ulteriori 10 giorni e 8 giorni per altri due agenti con cui l’uomo aveva ingaggiato la violenta colluttazione. Infine, il soggetto è stato medicato per la ferita al capo che presentava già prima del suo ingresso nel bar.

Il chioggiotto, che risulta più volte condannato per porto abusivo d’arma, lesioni personali, resistenza a P.U., danneggiamento, ubriachezza, falso ideologico, spaccio di stupefacenti, furto, e maltrattamenti in famiglia, è stato condannto per direttissima alla pena di un anno e due mesi di reclusione.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"