5.7 C
Venezia
giovedì 09 Dicembre 2021

Cgil contro Actv, troppi ritardi nel ponte di Pasqua

HomeNotizie Venezia e MestreCgil contro Actv, troppi ritardi nel ponte di Pasqua
la notizia dopo la pubblicità

motoscafo actv venezia stazione ferrovia

Se per Actv i servizi pasquali hanno funzionato in maniera ‘soddisfacente’ con solo poche corse in ritardo, per la Filt-Cgil le cose sono andate in maniera completamente diversa.

Per loro, infatti, le corse in ritardo sono state oltre 80 finendo per definire l’organizzazione un ‘fallimento’ e chiedere l’intervento del prefetto.

«Le nostre perplessità – spiega il segretario Valter Novembrini – le avevamo già espresse il 31 marzo, alla vigilia dell’applicazione del nuovo Giracittà. Poi abbiamo atteso in silenzio. Ma ora, dopo questo primo fine settimana di fuoco, possiamo confermare il nostro giudizio assolutamente negativo: questa sperimentazione è fallita».

E per il sindacato la dimostrazione si è avuta proprio il giorno di Pasqua con, stando alle loro parole, il doppio dei ritardi dei mezzi rispetto all’anno precedente. «Ad aggravare il problema – continua Novembrini – la mancata applicazione dei punti promessi dall’amministrazione comunale per la sicurezza del Canal Grande».

Perché se da un lato Actv diminuisce le corse, Alilaguna le raddoppia e il caos in Canal Grande non cambia. E così il sindacato chiede l’intervento del Prefetto che possa garantire la sicurezza della navigazione.

Actv, invece, fa un’analisi diametralmente opposto. Nicola Cattozzo, direttore generale Avm ha infatti sottolineato come «il servizio di rinforzo previsto per il ponte pasquale ha funzionato bene e tutte le criticità sono state prontamente risolte. Ne è dimostrazione il fatto che ne tre giorni di ponte le corse in ritardo sono state rispettivamente 8,2, e 0, mentre è saltata una sola corsa nel giorno di Pasquetta a causa dell’intervento del 118 per il malore di un passeggero».

Secondo Actv il servizio è migliorato rispetto all’anno precedente con una maggiore disponibilità di mezzi con 47 corse in più sabato, 19 bis non programmati, 60 corse in più domenica con 22 bis e 60 lunedì.

Redazione

[23/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti