20.4 C
Venezia
domenica 26 Settembre 2021

CESARE BATTISTI RISCHIA ESPULSIONE DAL BRASILE | L'ex terrorista uccise nel 1978 il macellaio veneziano Lino Sabbadin

HomeNotizie NazionaliCESARE BATTISTI RISCHIA ESPULSIONE DAL BRASILE | L'ex terrorista uccise nel 1978 il macellaio veneziano Lino Sabbadin

NOTIZIE ITALIA | Buone notizie dal Brasile. Il Supremo tribunale di giustizia sudamericano ha respinto il ricorso dell'ex terrorista Cesare Battisti per la revisione di una condanna per uso di falsi timbri sul passaporto. Battisti rischia ora l'espulsione. E quindi, per l’ex capo dei Proletari Armati per il Comunismo condannato all'ergastolo in Italia anche per l’omicidio del macellaio di Santa Maria di SalaLino Sabbadin potrebbe finire la latitanza. La vicenda riguarda una condanna per l'uso di falsi timbri dell'immigrazione brasiliana sul passaporto di Battisti. La legislazione brasiliana prevede l'espulsione per chi falsifica documenti per ottenere l'ingresso o la permanenza nel Paese.

Il caso passa ora nelle mani del ministro della Giustizia, José Eduardo Cardozo. Il Supremo tribunale di giustizia non ha dubbi che Battisti abbia falsificato i timbri, in quanto reo confesso.

Ora, anche il figlio di Lino Sabbadin, Adriano si aspetta di avere la giustizia che merita l’assassino di suo padre. Una morte che chiede giustizia dal 1978, 35 anni fa.

Redazione
[redazione@lavocedivenezia.it]
Riproduzione Riservata
[28/06/2013]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor