20.6 C
Venezia
venerdì 06 Agosto 2021

Ceolin, multato per il calcetto, sfida Orsoni e vince, ma si arrende: pagherà la multa

HomeNotizie Venezia e MestreCeolin, multato per il calcetto, sfida Orsoni e vince, ma si arrende: pagherà la multa

orsoni e ceolin giocano con il calcetto multato

Ceolin batte Orsoni uno a zero. In realtà non era una vera sfida ma solo un po’ di teatrino per le foto della stampa, ma stamattina il gestore del Palco di piazzetta Battisti a Mestre multato dalla Polizia Municipale proprio per quel calcetto Balilla sprovvisto delle previste autorizzazioni con una sanzione di 1.200 euro presa nel 2011 e lievitata a 1.400 euro, ha ricevuto la visita del primo cittadino veneziano.

Una partita, ad un solo gol, persa del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni contro Ceolin, ha spiegato al sindaco la sua avventura (anche mediatica) ma anche come sia difficile lavorare con le tante regole e relative sanzioni che gli cadono sul capo ed ha chiesto un consiglio.

Il sindaco gli ha suggerito, come ha già fatto del resto, di rivolgersi al Giudice di pace.

«Mi arrendo – ha detto Ceolin – basta pagare avvocati, pago la multa. Nonostante per ogni passo che faccio cerchi di avere spiegazioni dagli organi preposti ricevo multe su multe dai vigili. Per il calcetto avevo chiesto l’autorizzazione all’ufficio preposto del Comune ma pare che la mia colpa sia stata quella di non aver specificato in modo dettagliato che il ‘gioco è a biglia libera senza gettoni o monete da versare».

Il tutto in un locale, come ricorda Ceolin al sindaco, dove «a multarmi sono i vigili quando il loro comandante, bassista in una band locale, è venuto qui ad esibirs».

«Di fondo condivido l’amarezza per la vicenda – dice Orsoni – siamo ancora costretti a vivere in una società troppo regolamentata e dove manca per questo il buon senso, ma le regole vanno rispettate».

Il sindaco ha insistito per il ricorso al Giudice di Pace e poi ha detto che, seppur gli pare impossibile, vedrà se si potrà ottenere di non pagare la sanzione.

Redazione

[21/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.