2.8 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Carnevale di Venezia inizia tra le polemiche: ‘Sbagliata discoteca in Arsenale’

HomeNotizie Venezia e MestreCarnevale di Venezia inizia tra le polemiche: 'Sbagliata discoteca in Arsenale'
la notizia dopo la pubblicità

arsenale di venezia

Il Carnevale di Venezia non inizia nel migliore dei modi, quantomeno non con il consenso e il gradimento di tutti.

L’idea dell’Arsenale di Venezia trasformato in una maxi discoteca è esplosa improvvisamente, quando fino a ieri si parlava di un luogo di storia e cultura riconquistato con battaglie popolari, con in testa il sindaco Orsoni che aveva cavalcato la protesta, ipotizzandolo come possibile centro culturale da restituire alla città.

L’allocazione della discoteca in cui dirottare i balli notturni di tecno e disco, con il suo carico di calli vicine usate come latrine, è esplosa agli onori delle cronache con la presentazione della kermesse, e viene dato come un punto consolidato del programma. Peccato che, a quanto sembra, non si siano sentito pareri in merito.

Il Carnevale di Venezia avrebbe dovuto tenere conto di quelli di storici e ambientalisti, ad esepio, che sono indignati all’idea. Il simbolo della potenza navale della Serenissima che viene trasformato in una sceneggiatura turistica per una manifestazione ‘da cartellone’ scatena le proteste di associazioni di cultura e impegno sociale e mondiale, come Italia Nostra, Fai e Wwf, tutti pronti a bollare l’iniziativa come l’ennesimo esempio di svendita e mercificazione della città e della sua storia.

«Ancora una volta siamo contrari perché vediamo lontano – dice Paolo Lanapoppi, vicepresidente della sezione di Venezia di Italia Nostra – .Vediamo i disastri prima che si verifichino».

L’Arsenale, creato nel XII secolo per supportare il dominio sui mari dei Dogi, «può e deve essere il luogo della nascita di attività produttive di alto livello, se vogliamo anche di alto artigianato locale, e poi di centri di ricerca e produzione scientifica, operosi, innovativi, rispettosi del luogo e della sua storia – rincara -. Per i veneziani è un luogo sacro, il che non significa intoccabile o mummificato: significa che deve continuare, in un presente attivo, a testimoniare una storia che è il nostro passato e la fondazione del nostro presente».

Dello stesso parere Maria Camilla Bianchini d’Alberigo, presidente del Fai veneto, per la quale «non si può pensare di valorizzare l’Arsenale facendolo diventare luogo di convegni e
feste».

Dopo l’acquisizione dell’area da parte dell’amministrazione municipale, avvenuta tra mille proclami con cui si sono riempite le pagine della stampa dichiarandosi in favore del recupero per la città e la cittadinanza, il fatto di farne l’ennesima svendita al turismo pare l’ennesima presa in giro.

Monica Manin

[26/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...