COMMENTA QUESTO FATTO
 

carlo giorgio visti da vicino

Saranno i fortunati abbonati e i fortunatissimi che si sono messi in coda dalle prime ore alla biglietteria del Teatro Toniolo a poter vedere Carlo & Giorgio in ‘Visti da Vicino’ venerdì, sabato e domenica a Mestre.

Come confermato ufficialmente, infatti, i biglietti sono esauriti, anzi, a parte pochi piccoli tasselli, il teatro si è praticamente riempito nelle prime ore di prevendita decretando un nuovo successo clamoroso per i bravissimi comici veneziani.
D’altronde la ‘prima’ al teatro Geox di Padova di un paio di settimane fa era andata così bene che era facile aspettarsi che l’entusiasmo crescesse.

Carlo & Giorgio aprono, come consuetudine, la rassegna ‘Comics & Dintorni’ al Teatro
Toniolo di Mestre e già nella scorsa edizione si era dovuto correre ai ripari aggiungendo una data supplementare alle due originariamente programmate, data la grande richiesta del pubblico. Questa volta si partiva già con tre serate per cercare di soddisfare il pubblico, ma la popolarità e la simpatia del duo ha fatto si che i biglietti andassero esauriti in poche ore. E’ stata sondata persino la possibilità di aggiungere una quarta esibizione in extremis, ma la programmazione non ha consentito di trovare una data idonea.

I tanti fans di Carlo & Giorgio non devono però restare delusi, basterà avere un po’ di pazienza per poter assistere al nuovo spettacolo: ci hanno appena annunciato, infatti, che in primavera torneranno ad esibirsi al Teatro Goldoni di Venezia.
La coppia ‘visita’ il teatro di Venezia ogni due anni e questa volta capiterà di nuovo a fine marzo prossimo.

E i protagonisti cosa dicono di questo successo travolgente? «Che siccome il titolo del nuovo spettacolo è ‘Visti da Vicino’, non bisogna prendersela se questa volta “Vecio, no ti ne ga visto gnanca da lontan, ea prossima volta ti ne vedi da visin…”».

Paolo Pradolin

[05/11/2013]

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here