3.2 C
Venezia
lunedì 06 Dicembre 2021

Canal Grande a Venezia come la strada, nuovo regolamento

HomeNotizie Venezia e MestreCanal Grande a Venezia come la strada, nuovo regolamento
la notizia dopo la pubblicità

Barche Venezia da oggi Argos

Il Canal Grande non sarà più poi così diverso dalla strada. Lo dice la delibera 266 di modifica del regolamento per la circolazione acquea voluta dall’assessorato alla Mobilità che prevede: divieto di condurre una qualsiasi barca parlando al telefonino o ascoltando la musica con le cuffiette, introduzione dell’alcoltest e divieto di guidare la barche se si è sotto droga, sarà obbligatorio tenere la sinistra e non più la destra negli incroci in Canal Grande, massimo di due gondole affiancate e obbligo di Gps per le barche a motore.

Il testo con le nuove indicazioni verrà portato al giudizio ai primi di luglio. Se passerà, diventerà definitivo.

Guardando le novità in specifico si può leggere che sarà vietato «condurre unità a remi o a motore con tasso alcolemico superiore a 0,5g/l o sotto l’effetto di sostanze psicotrope o stupefacenti». Introduzione dunque dell’Alcoltest e esame per gli stupefacenti che diventano obbligatori, comparando così la circolazione acquea con quella stradale.

In Canal Grande, Canale di Cannaregio e Canal Grande di Murano «le imbarcazioni a motore devono procedere nella parte centrale tenendo, all’incrocio con altro mezzo motorizzato, ognuno la propria sinistra, salvo specifiche deroghe per il trasporto locale».

Le gondole che procedono in serenata potranno navigare affiancate nel numero massimo di due e non più tre, mentre a tutte le altre imbarcazioni «è vietato navigare di conserva, in formazione di due o più».

A tutto ciò si aggiunge l’introduzione obbligatoria del Gps, collegato alla centrale operativa di Argos, a bordo di taxi, imbarcazioni da trasporto e mezzi pubblici.

Per tutte le imbarcazioni, a remi o a motore, sarà vietato «l’utilizzo di apparecchi telefonici che impegnino almeno una delle mani». Il divieto, inoltre, varrà per l’utilizzo delle cuffiette dei lettori mp3, autorizzati, invece, viva voce e auricolare, ma anche qui, chi conduce la barca dovrà comunque avere piena capacità uditiva.

Redazione

[23/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...