17.9 C
Venezia
sabato 18 Settembre 2021

Calcioscommesse, indagati Gattuso e Brocchi. Di nuovo tirato in ballo il Siena di Conte

HomeCalcioCalcioscommesse, indagati Gattuso e Brocchi. Di nuovo tirato in ballo il Siena di Conte

pallone calcio serie a campionato

Si tratta di una nuova fase dell’inchiesta ormai storica di Cremona sul calcio scommesse. Una nuova tranche che ha portato a quattro arresti e a 17 nuovi indagati.
Gennaro Gattuso e Cristian Brocchi sono i ‘nomi eccellenti’ di questa nuova lista di indagati.

Le indagini stanno tentando l’identificazione di due personaggi di cui si favoleggiava da tempo: «mister X» e «mister Y» in grado di vendere dritte su pacchetti di partite, che sapevano manipolate, anche di serie A, per cifre oscillanti tra i 300 e i 700 mila euro. Francesco Bazzani e Salvatore Spadaro sono stati arrestati ieri ma sull’operazione non ci sono conferme ufficiali.

Tra le partite sospette delle categorie superiori, ce ne sono 15 di serie A. In tutto invece sono 52 le partite sospettate, quasi tutte di Lega Pro e B.
Palermo-Bologna, Pescara-Siena, Palermo-Inter e Parma-Atalanta sono quelle sotto la lente d’ingrandimento.

Gennaro Gattuso e Cristian Brocchi sono stati portati in rilievo nelle indagini seguendo i tabulati telefonici di Civ-Bazzani.
Gattuso ha con Bazzani 13 contatti, alcuni nei giorni o nelle ore precedenti le partite.

Quando smette di avere contatti con Gattuso, Bazzani comincia a intrattenerli con Salvatore Pipieri, amico intimo e factotum di Rino: dal 2 marzo 2011 sono 129, anche sull’utenza inglese, «riservata», che Bazzani «ha usato per i contatti illeciti intrattenuti con altri personaggi centrali dell’inchiesta».

I contatti «sospetti» si ripetono, numerosi, tra Bazzani e Pipieri, anche fino al calcio di inizio di Milan-Bari del 13 marzo 2011. Inoltre Bazzani, lo si evince dalle celle telefoniche agganciate, è presente due volte a Milanello, il 2 febbraio 2011 e il 19 maggio dello stesso anno.

Christian Brocchi è il secondo nome eccellente ‘attenzionato’. Le sue telefonate con «Civ» sono oggetto d’indagine.
«Sono emersi 110 contatti — scrive il gip Salvini — che vanno dal 22 gennaio 2011 e si protraggono fino a maggio». In questo arco di tempo sono comprese le partite Bologna-Lazio 3-1 e Lazio-Juventus 0-1; oppure ancora Udinese-Lazio 2-1, sconfitta rimediata grazie a un rigore tirato da Zarate dritto tra le braccia del portiere friulano.

Lazio-Juve è preceduta e seguita da ben 11 contatti tra Civ e Brocchi. Il calciatore ieri ha fornito la sua versione su quel fitto scambio telefonico, attribuendolo ad «amici di amici che chiedevano biglietti per le partite».

Il nuovo troncone dell’inchiesta rafforza il coinvolgimento del Siena di Antonio Conte. Su di lui aggiunge elementi l’ex portiere dei toscani Coppola, parlando della combine con l’Albinoleffe: «Quando l’argomento fu introdotto, Conte ci lasciò decidere come meglio credevamo, lui si chiamò fuori».

Paolo Pradolin

[18/12/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor