5.9 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Il nome di Cacciari spunta dalle carte dello scandalo Mose

HomeNotizie Venezia e MestreIl nome di Cacciari spunta dalle carte dello scandalo Mose
la notizia dopo la pubblicità

Cacciari scandalo Mose

Il nome di Cacciari non salta fuori dall’elenco degli indagati per il recente scandalo Mose, ma si trova in qualche modo annotato nelle migliaia di pagine che costituiscono i faldoni di cinque anni tra intercettazioni e deposizioni.

«Può darsi benissimo che abbia chiesto aiuti al Consorzio o all’Eni, dei quali nella mia vita ho detto peste e corna. In quindici anni da sindaco di Venezia sarò intervenuto un migliaio di volte per chiedere di salvare aziende e posti di lavoro». Questa la posizione di Massimo Cacciari, volta a chiarire che nel suo operato non c’è mai stato nulla per proprio tornaconto personale.

«Non ero gradito al Consorzio, del quale avevo detto peste e corna, né all’Eni e avevo la coscienza talmente libera e tranquilla che a cuore del tutto leggero e in assoluta libertà di coscienza potevo chiedere cose utili alla città senza che ci fosse un do ut des».

Sarebbe il presidente del Consorzio Venezia Nuova Giovanni Mazzacurati a fare il nome del sindaco filosofo: «Cacciari mentre era sindaco mi ha chiesto di aiutare un’impresa che si chiamava Marinese che veniva da quella che è una grossa impresa che si chiamava Guaraldo. Poi mi ha chiesto una sponsorizzazione da 300mila euro».

Cacciari in qualche modo conferma, ma sempre ribadendo la sua logica contraria all’arricchimento personale: «Sì, può darsi: sono intervenuto dieci volte al giorno per salvare imprese in difficoltà e posti di lavoro – spiega il filosofo – Ho chiesto a Eni, Fincantieri e Consorzio: chiunque potesse intervenire per aiutare imprese in difficoltà perché avevo libertà di coscienza. Ho la coscienza pulita e ciò che ho fatto rientra nei compiti di un sindaco»

Paolo Pradolin

[11/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...