6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Brasile, disordini e Mondiale. Il primo ministro: “Non siamo pronti”

HomeCalcioBrasile, disordini e Mondiale. Il primo ministro: "Non siamo pronti"
la notizia dopo la pubblicità

brasile proteste contr mondiali

Il Brasile in questi giorni non è solo gioia per il gioco del calcio, aspettativa per i campioni, voglia di vedere bel calcio, è anche proteste, manifestazioni violente e dissenso popolare per come un paese in crisi abbia speso il denaro pubblico per organizzare i Mondiali.

Ieri è stata una giornata di lacrime e sangue a San Paolo. Davanti alla stazione di Ana Rosa, nella zona sud della città, si è combattuta una battaglia tra la polizia in assetto anti-sommossa e gli scioperanti che picchettavano l’entrata della metro, bloccando chi voleva lavorare.
La polizia ha caricato lanciando lacrimogeni e granate stordenti, sparando proiettili di gomma e manganellando senza distinzioni scioperanti ed esponenti dei movimenti sociali arrivati a sostegno. Bilancio: 13 persone arrestate e quattro feriti.

Altri disordini più tardi, quando appartenenti ai movimenti sociali hanno bloccato la centrale avenue Vergueiro incendiando cassonetti al grido: «Non ci sarà nessuna Coppa». Alle 8 la circolazione è ripresa, anche se lentamente.

Sullo sfondo lo sciopero della metropolitana giunto alla sesta giornata con i dipendenti che guadagnano 450 euro al mese: 4 milioni di persone a piedi e in auto (code ovunque), uno sciopero che ben presto è diventato momento di rivendicazione per gran parte delle categorie pubbliche.

Ora, inoltre, sul tavolo della trattativa non più c’è solo l’aumento salariale del 12,2 per cento ma anche il reintegro dei 61 licenziati per giusta causa. Secondo le ultime notizie la discussione si sarebbe nuovamente interrotta. Il timore è che molte categorie di lavoratori (impiegati federali, autisti di bus, insegnanti) utilizzino il Mondiale per forzare la mano rendendo trasversale la protesta.

Con i controllori del traffico che si pongono in malattia o in permesso, in Brasile è caos totale. Il problema è ormai politico: in ballo c’è il lavoro ma anche le spese abnormi, in esseri umani e soldi, del Mondiale: 9 operai morti nei lavori, 11 miliardi di dollari spesi.

Al ministro dello sport, Aldo Rebelo, è sfuggito: «Il Brasile non è pronto», ma intanto le personalità, comprese quelle Fifa, si spostano in elicottero.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...