31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Boy scout morto a Padova, è stato il cancro

HomeNotizie VenetoBoy scout morto a Padova, è stato il cancro

boy scout morto soccorsi montagna

Lo avevano trovato morto la mattina di sabato 19 aprile all’interno del suo sacco a pelo, mentre Mattia Monesi, il 18enne di Rovigo, si trovava in gita pasquale sui Colli Euganei con una ventina di compagni. Si era immediatamente pensato ad un malore, visto che gli amici avevano raccontato che appariva stanco e non respirava bene. Dopo l’autopsia però, si è scoperto che aveva un tumore in metastasi.

Nessuno se n’era accorto, nemmeno lo stesso Mattia, ma secondo il medico legale, che su ordinanza del pm Orietta Canova ha eseguito l’autopsia, il giovane boy scout è morto per l’infezione diffusa di un tumore che lo aveva colpito alcuni mesi prima, ma non si era mai manifestato evidentemente.

Venerdì sera ed alcuni giorni prima, Monesi aveva confidato agli amici di aver qualche problema di respirazione, che quella sera però, pensava fossero normali dopo aver trascorso un’intera giornata facendo un’escursione (Galzignano (Pd) a Torreglia (Pd), lungo il sentiero Mondonego). Per questo motivo era andato a dormire prima dei compagni.

Lo shock della mattina è stato tremendo, ma l’autopsia ha stabilito che Mattia aveva metastasi del tumore a tutti gli organi interni, soprattutto ai reni e ai polmoni. Verranno eseguiti ulteriori esami, ma si pensa che si possa trattare di un linfoma, un tumore alle ghiandole linfatiche, non raro tra i giovani ma curabile se preso in tempo.

È probabile anche che il pm Orietta Canova decida di far ulteriormente luce sul caso e richiedere la cartella medica del medico di base di Mattia, per capire se il 18enne negli ultimi mesi (quelli dell’incubazione) si fosse rivolto al medico accusando dei dolori, o se il tutto sia rimasto nascosto e senza sintomi fino a venerdì notte.

Redazione

[24/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.