19.9 C
Venezia
sabato 18 Settembre 2021

BERLUSCONI IN PIAZZA : 'NOI SIAMO L'UNICO ARGINE'

HomeNotizie NazionaliBERLUSCONI IN PIAZZA : 'NOI SIAMO L'UNICO ARGINE'

Oggi Brunetta e Schifani salgono al Colle per discutere della sentenza con Napolitano.
Ieri, nel comizio di piazza improvvisato in via del Plebiscito, Berlusconi in alcuni passaggi si mostrava commosso, e anche il suo discorso andava a temi toccanti: «In questi giorni sono passato attraverso le giornate più dolorose di tutta la mia vita. Ho ripensato a quello che ho fatto, come figlio padre cittadino e servitore dello Stato. Ma, attraverso le sentenze di questa magistratura, mi vedo come in uno specchio che rimanda un’immagine deformata che non è il vero Berlusconi». Poi riprende la sua verve e chiude il cerchio: «Io sono innocente, non c’è mai stata una falsa fatturazione a Mediaset».
Si tratta, come sempre, di un attacco alla magistratura. Forbito ma sempre pungente, Berlusconi si rivolge aquella magistratura che grazie alle sue funzioni si sostituisce o fa in modo che venga sostituito il soggetto politico: «non possiamo accettare che ci dicano di non criticare una sentenza e di non criticare la magistratura che non è un potere dello Stato, ma un ordine dello Stato fatto di impiegati statali che hanno fatto il compitino vincendo un concorso e che ora sono più che liberi, indipendenti, non subiscono controlli e mettono sotto gli altri poteri, esecutivo e legislativo. Questa è una condizione che si ritrova solo nei regimi. Inoltre, c’è una parte della magistratura fortemente ideologizzata e politicizzata che lo dichiara apertamente. Ci sono aderenti che sono segreti e sono convinti di dovere usare il loro temuto potere per toglierlo ai cittadini, per aiutare il popolo ad avere la democrazia che, secondo loro, c’è solo se c’è la sinistra al governo. Noi, Berlusconi e Forza Italia, siamo l’unico argine contro il regime illiberale e giustizialista».

Da via del Plebiscito si sono tenuti lontani, in quanto caldamente così consigliati per non infiammare gli animi, i cinque ministri, che però in serata sono stati ospiti a cena dello stesso Berlusconi, assieme ai capigruppo di Camera e Senato, Renato Brunetta e Renato Schifani. Questi ultimi oggi saliranno al Quirinale per uno scambio di opinioni dopo la famosa sentenza della Corte di Cassazione.

redazione
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[05/08/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor