17.9 C
Venezia
sabato 18 Settembre 2021

BERLUSCONI CONDANNATO | La vicenda dei diritti sulle pellicole

HomeNotizie NazionaliBERLUSCONI CONDANNATO | La vicenda dei diritti sulle pellicole

NOTIZIE ITALIANE | Berlusconi è colpevole. Anche per i giudici della Corte d'Appello Galli-Minici-Scarlini, Berlusconi va condannato. I Togati confermano l'indirizzo dell'anno scorso dei giudici D'Avossa-Guadagnino-Lupo del Tribunale per cui Berlusconi, quale fondatore di Fininvest e azionista di maggioranza di Mediaset (il cui presidente Fedele Confalonieri è invece di nuovo assolto come già  in Tribunale), è colpevole di «frode fiscale» sulla vicenda della compravendita dei diritti tv delle majors Usa negoziati da Mediaset nel 1994-1998 tramite l'intermediazione, anch'essa valutata fittizia, del produttore americano Frank Agrama, anch'egli condannato a 3 anni però sospesi per indulto.
Il reato di 'Frode Fiscale' per 7,3 milioni di euro ha continuato così ad andare avanti, anche se per strada si sono perse le accuseper «appropriazioni indebite» fino al 1999 e «falso in bilancio» del 1998, accuse che avrebbero portato a contestare a Berlusconi «368 milioni di dollari dal 1995 al 1998 di maggiorazioni» di costi dichiarati per pagare meno tasse sui 13.000 passaggi contrattuali nei quali la catena di intermediari fittizi avrebbe spezzettato la negoziazione dei diritti di trasmissione di 3.000 film.

Accadde invece che, dopo la richiesta di rinvio a giudizio del 22 aprile 2005, la 'prescrizione' (accelerata dal governo del 2005) abbia cancellato non solo l'«appropriazione indebita» e il «falso in bilancio» (già  nel 2007), ma anche appunto quasi l'intero ammontare della «frode fiscale».

Sono restati così sui faldoni gli effetti tributari degli acquisti 1995-1998 riverberati dai relativi ammortamenti e spalmatisi così ancora sino alle dichiarazioni fiscali del 2003 sul 2002 per 4,9 milioni, e del 2004 sul 2003 per 2,4 milioni.

Berlusconi lunedì prossimo conoscerà  la richiesta di pena nel processo Ruby per sospetta prostituzione minorile e concussione, ma intanto quella di ieri è in assoluto la prima condanna in Appello mai incassata dal Cavaliere, ed è la seconda condanna di merito attualmente pendente, visto che Berlusconi il 7 marzo scorso è stato condannato ad 1 anno per concorso nella rivelazione di segreto d'ufficio. Si trattava di un'intercettazione trafugata e portata ad Arcore da un ausiliario di pm, con una registrazione dell'allora capo dell'opposizione ds Piero Fassino. Registrazione pubblicata nel 2005 da Il Giornale.

Mario Nascimbeni
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[09/05/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor