20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Berlusconi ai servizi sociali. Non può uscire di notte e non può lasciare il territorio

HomeCronacaBerlusconi ai servizi sociali. Non può uscire di notte e non può lasciare il territorio

berlusconi servizi sociali

Berlusconi sarà affidato in prova ai servizi sociali. La Procura generale di Milano accetta per l’ex premier la proposta della misura alternativa alla detenzione. La concessione del Tribunale di Sorveglianza, è diventata ora particolarmente importante in quanto lascerà pressoché integra quella che molti amano chiamare la sua «agibilità politica» per le prossime elezioni europee di maggio.

“Berlusconi può accedere ai servizi sociali”, la notizia arriva dopo circa un’ora e mezza di udienza, e i tempi la dicono lunga sulla delicatezza del tema. Si pensi che un singolo caso viene normalmente trattato in 6-10 minuti.

Arresti domiciliari evitati, quindi, per il Cavaliere, un fantasma che preoccupava e spaventava l’ex premier e il suo staff, visto che prevede il divieto di uscire di casa salvo appena due ore di libertà al giorno e solo per esigenze fondamentali di vita.

Berlusconi deve così affrontare ai servizi sociali i residui delle condanne comminate: dei 4 anni ai quali è stato condannato definitivamente l’1 agosto 2013 nel processo per frode fiscale sui diritti tv Mediaset, l’ex premier deve scontare i 12 mesi superstiti dopo la sforbiciata assicuratagli dall’indulto approvato dalla sua maggioranza parlamentare quand’era premier nel 2006. Questi 12 mesi però si ridurranno a 10 mesi e 15 giorni grazie al beneficio penitenziario (45 giorni in meno dopo 6 mesi scontati) della «liberazione anticipata».

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.