19.1 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Banda di borseggiatrici nomadi bloccate da Polizia Municipale di Venezia

HomeNotizie Venezia e MestreBanda di borseggiatrici nomadi bloccate da Polizia Municipale di Venezia

Banda di borseggiatrici nomadi

Il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Municipale di Venezia ha concluso ieri un’operazione anti borseggio che ha portato all’arresto in flagranza di due sedicenti cittadine croate di 32 e 20 anni – entrambe domiciliate presso un campo nomadi di Bollate (Milano) – e contestualmente alla denuncia a piede libero di una sedicente giovane bosniaca 22 anni e di una sedicente cittadina francese di 30 anni. Per tutte e quattro il reato contestato è quello di furto pluriaggravato in concorso di più persone.

L’impegno della Polizia Municipale, Luciano Marini, si deve ad una azione repressiva pianificata nei dettagli per intercettare una banda di borseggiatrici di etnia rom che da tempo imperversava nel centro storico lagunare.

L’operazione di ieri è iniziata verso le 16, nei pressi dell’imbarcadero “Accademia”, quando tre agenti in borghese hanno individuato le quattro borseggiatrici mentre si aggiravano tra i turisti con fare circospetto, seguendole poi anche sul vaporetto fino allo sbarco, alla fermata di “San Marco linea 1”.

Qui a piedi le donne hanno raggiunto il vicino imbarcadero di “San Marco linea 2” in cui numerosi turisti attendevano l’arrivo del battello. Una cittadina di nazionalità cinese è stata il bersaglio del gruppo, entrato in azione con un’organizzazione operativa di altissima efficacia.
Il suo zaino è stato dapprima “coperto” con una giacca da una delle borseggiatrici, mentre due complici la affiancavano per impedire che i viaggiatori posti lateralmente potessero notare il furto in atto; la quarta complice, copriva le spalle alle colleghe osservando l’eventuale sopraggiungere di operatori di polizia in divisa o in borghese. In pochi secondi il borseggio era compiuto e le quattro donne si allontanavano tentando di uscire dall’imbarcadero.

A quel punto le borseggiatrici sono state immediatamente fermate dagli agenti della Polizia municipale e sottoposte a perquisizione personale con conseguente rinvenimento del portafoglio, contenente 110 euro e vari documenti d’identità; il tutto è stato restituito immediatamente all’ignara turista.

Le due borseggiatrici maggiormente compromesse sotto il profilo dei precedenti di polizia sono state tratte in arresto e custodite nella camera di sicurezza allocata presso il Comando generale a Piazzale Roma.

Redazione

[08/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.