29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Bambina investita a Jesolo, il dramma di un dolore infinito

HomeLido di VeneziaBambina investita a Jesolo, il dramma di un dolore infinito

Bambina investita a Jesolo

Il dramma di Jesolo va a colpire persone già provate dalla vita.
La bambina investita a Jesolo aveva già perso il papà due anni fa. La mamma aveva perso il marito per malattia. Ieri mattina ha perso la figlia, di appena 8 anni, travolta da una Mercedes.

Era una passeggiata semplice e tranquilla, non c’era nulla che facesse presagire il dramma, madre e figlia passeggiavano mano nella mano, quando hanno deciso di attraversare la centralissima via Bafile di Jesolo Lido sulle strisce pedonali. Erano alla fine dell’attraversamento, avevano già quasi raggiunto il marciapiede opposto.

Improvvisamente è arrivata dal nlla una Mercedes ed ha centrato le due. La bambina, colpita nel modo più violento, è stata trascinata per circa venti metri.
Non c’è stato niente da fare per la piccola Anna di 8 anni, residente a Jesolo con la famiglia. Al volante dell’auto il noto albergatore del posto Amorino De Zotti, già presidente dell’Apt e ora alla guida del Consorzio arenile Manzoni.

Jesolo è stata coperta da un lutto tremendo ieri mattina al Lido. Il dolore fortissimo è sceso straziando un’intera città. Testimoni riferiscono la scena straziante della madre, pur con fratture dovute all’investimento, che vuole andare dalla sua Anna, già in fin di vita sull’asfalto, e dei soccorritori che cercano di trattenerla. La mamma raggiunge comunque l’auto e cerca di estrarre il corpo della piccola rimasto incastrato sotto l’auto.

Passano pochi minuti confusi e angoscianti ed arrivano i soccorsi. Il 118 arriva con un’ambulanza e l’elicottero, ma purtroppo non c’era già più niente da fare. Il cuoricino di Anna aveva smesso di battere.

La madre straziata viene portata via con un’altra ambulanza, in ospedale le diagnosticheranno una frattura al bacino dovuta all’impatto con l’auto. Nel pomeriggio, ancora sotto choc, è stata trasferita all’ospedale di San Donà di Piave, dove le è stato messo a disposizione uno psicologo.

Oggi la giunta deciderà se proclamare il lutto cittadino, e poi seguiranno i discorsi e le parole.
Ma la bambina investita a Jesolo non tornerà più dalla madre, e questo dolore accompagnerà tutti per tutta la vita.

Paolo Pradolin

[25/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.