29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Badante non dichiarata, multa di 5.000 euro. Anziano si rivolge a Adico

HomeMestre e terrafermaBadante non dichiarata, multa di 5.000 euro. Anziano si rivolge a Adico

anziano con badante

Una multa da 5.000 euro per aver comunicato in ritardo a Insula la presenza in casa della badante.
È accaduto a Franco Busetto, anziano regolarmente residente in quella casa di Mestre, di proprietà del Comune.
L’uomo tramite i suoi famigliari si è rivolto ad Adico Associazione Difesa Consumatori per contestare la sanzione.

All’origine del problema la tardiva presentazione della dichiarazione di ospitalità, che è comunque stata effettuata spontaneamente non appena il signor Busetto – persona anziana e con problemi di salute – e i suoi famigliari hanno saputo di dover adempiere a questa incombenza, prevista dalla legge regionale 10/96 (“Disciplina per l’assegnazione e la fissazione dei canoni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica”).

Quella stessa legge che al comma 2 dell’articolo 14 prevede una sanzione amministrativa pari al doppio del canone dovuto (in questo caso 118,32 euro): da marzo 2011, cioè da quando la lavoratrice aveva preso residenza dell’alloggio. Il totale della multa è quindi di 5.291,76 euro, che il pensionato dovrebbe pagare in 18 rate mensili.

Di fronte a questa spesa esorbitante e inaffrontabile per il mestrino, i suoi famigliari si sono fatti assistere da Adico che tramite i suoi esperti ha scritto a Insula per cercare una soluzione alla vicenda.

«Quella comminata al signor Busetto è una sanzione tanto più ingiusta in quanto la presenza della badante non ha comportato alcuna variazione al rialzo del canone di locazione, e quindi la mancata comunicazione non può essere ricondotta alla volontà di trarre vantaggi da questa situazione, ma è stata frutto di totale buona fede – spiegano gli esperti di Adico – di conseguenza la sanzione si rivela una mera punizione e per questo abbiamo chiesto a Insula l’annullamento o per lo meno un’ampia riduzione dell’importo e una maggior rateizzazione dell’eventuale pagamento».

Redazione

[07/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.