17.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Auto dei vigili di San Donà bruciate, relazione con l’espulsione dell’Imam?

HomeLido di VeneziaAuto dei vigili di San Donà bruciate, relazione con l'espulsione dell'Imam?

polizia municipale auto bruciate vigili

Auto dei vigili di San Donà bruciate, un rogo spaventoso, un incendio sulla cui origine dolosa non sembrano esserci più dubbi. In più, nelle ultime ore, un’altra ipotesi accompagna i fatti: ci può essere relazione con la recente espulsione dell’Imam di San Donà?

L’incendio ha fatto danni imponenti: quattro mezzi completamente distrutti dalle fiamme, tre della polizia locale e un veicolo utilizzato dai messi comunali completamente bruciati.
Nella notte tra mercoledì e giovedì al comando dei vigili di San Donà di Piave nessuno si è accorto di nulla, ma quando i vigili del fuoco sono arrivati in via Ungheria Libera alle 3 del mattino, dopo che un residente di un condominio nelle vicinanze ha lanciato l’allarme, hanno subito notato un foro sulla recinzione di rete e filo spinato che delimita l’area.

L’incendio è arrivato fino all’edificio del comando, causando lievi danni, ma un’ulteriore grave perdita è quella dell’attrezzatura che si trovava a bordo di uno dei mezzi bruciati. Distrutti un computer, un pos, e un defibrillatore in uso agli agenti.

Nel campo delle ipotesi si fa strada nelle ultime ore un collegamento con le frange estreme del fondamentalismo islamico, a causa della recente espulsione dell’imam di San Donà.

Redazione

12/09/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.