Assalto al centro scommesse con i fucili in pugno: rapina al centro Sisal di Marghera

ultimo aggiornamento: 20/01/2014 ore 15:30

127

carabinieri auro rapina sisal marghera

Rapina a mano armata a Marghera. Sabato sera poco prima delle 23, orario di chiusura dell’esercizio, due uomini hanno fatto irruzione nel punto Sisal ricevitoria scommesse, in mano fucili, modi decisi e sbrigativi, i volti nascosti da passamontagna.

In quel momento all’interno quattro clienti, oltre alle due commesse dell’esercizio.

La rapina è durata pochi istanti: armi in pugno, i due banditi hanno ordinato alle commesse di consegnare i soldi.

Difficile che le testimonianze vengano utili per le indagini. I due avrebbero parlato in italiano senza alcuna inflessione dialettale, nessun segno distinguibile particolare sarebbe stato notato.

I due rapinatori hanno ordinato alle commesse di consegnare tutto il contante presente nelle casse. Il frutto della rapina sarebbe attorno ai 17 mila euro ma i conteggi sono ancora in corso da parte dei responsabili del punto Sisal.

Nessuna violenza sarebbe stata usata. Le indagini sono in mano ai carabinieri della Compagnia di Mestre.

Redazione

[19/01/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here