domenica 23 Gennaio 2022
0.2 C
Venezia

ARSENALE SCIPPATO A VENEZIA | Orsoni: non staremo a guardare

HomeVenezia cittàARSENALE SCIPPATO A VENEZIA | Orsoni: non staremo a guardare

VENEZIA | Questa volta il sindaco sembra proprio determinato: «La città  non può più sopportare questa disattenzione da parte del Governo: Venezia sembra essere l’ultimo dei problemi. E questo avviene quando il mondo intero ci sta guardando». Giorgio Orsoni, sindaco di Venezia, fa un appello alla politica, ai parlamentari di ogni schieramento, mobiliterà  la stampa internazionale, si attiverà  insieme alla cittadinanza perdifendere quello che sembrava oramai acquisito e, con un colpo di mano, dopo poche settimane, tolto.
L’Arsenale di Venezia, inserito in agosto nel decreto “Spending Review” come bene da trasferire alla città , e già  oggetto di un importante progetto di recupero, rischia oggi di passare al ministero alle Infrastrutture che “attraverso futili argomentazioni giuridiche ne pretende la parte dedicata al Centro Operativo del Mose”.

“Un episodio che si qualifica da solo”, spiega ancora il sindaco di Venezia, che oggi ha convocato urgentemente una conferenza stampa a Ca’ Farsetti alla presenza di tutta la Giunta comunale, del presidente del Consiglio comunale e di numerosi esponenti delle associazioni cittadine.

“Con due righe inserite inspiegabilmente nel decreto sull’Innovazione, si priva la città  di gran parte del complesso storico dell’Arsenale. Se questo dovesse succedere, tutti i progetti di recupero e di rigenerazione saranno destinati a naufragare e con questi, i piani industriali della Arsenale Spa. Tutte operazioni che stavamo costruendo per la salvaguardia di un bene di rilevanza mondiale. Un errore grave, un danno profondo alla città  di Venezia. Un danno ingiustificato perché il Consorzio Venezia Nuova – ha detto Orsoni agli operatori della stampa – concessionario del ministero, avrebbe potuto continuare tranquillamente la sua opera, istituendo quel Centro Operativo destinato alla gestione e alla manutenzione del Mose”.

“Un momento non facile per Venezia”, ha aggiunto il sindaco Orsoni, contestando anche le decisioni del Governo che in queste ore, attraverso la Legge di Stabilità , ha previsto l’assegnazione di oltre un miliardo e duecento mila di euro per portare a termine il Mose, e neanche un euro per la salvaguardia di Venezia e per la Legge speciale:

“Avere una città  difesa dalle acque alte, ma che va a fondo, non serve a nessuno. Serve forse a chi si potrà  vantare di aver fatto un’opera innovativa e straordinaria, ma non a Venezia. Sono convinto – ha detto ancora Orsoni – che il Mose vada terminato, che debba essere velocemente concluso, ma credo che il Governo debba riflettere sulle sue scelte”.

Orsoni ha spiegato che oltre al Mose erano state previste opere complementari per 600 milioni di euro. Opere mai realizzate. Nell’ultimo Comitatone inoltre, alla presenza del sindaco che li aveva chiesti con forza, erano stati assegnati 50 milioni di euro a Venezia: “In quell’occasione – ha spiegato Orsoni – il mio voto fu condizionato dall’assegnazione di queste risorse. Se quanto è stato scritto in queste ore è vero, se cioè al Mose andrà  oltre un miliardo e nulla a Venezia, quel finanziamento sarà  illegittimo perché in contrasto a quanto deliberato. Soldi della Città  – ha aggiunto – che sono in questo momento indispensabili per la sua tutela, per rispettare il Patto di stabilità  e per raggiungere l’assestamento di Bilancio. Lo Stato non rispetta gli impegni e ci punirà  per non aver rispettato quelli generati proprio dalle sue mancanze”.

Il sindaco ha annunciato la sua presenza alla manifestazione organizzata da una ventina di associazioni cittadine in difesa dell’Arsenale che si terrà  domenica 14 ottobre alle ore 11.30, in campo e in rio dell’Arsenale.

Francesca Chiozzotto
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[12/10/2012]


titolo: ARSENALE SCIPPATO A VENEZIA | Orsoni: non staremo a guardare
foto: LA FIRMA DELL'ACCORDO DI CONCESSIONE DELL'ARSENALE A VENEZIA DA PARTE DEL MINISTERO DELLA DIFESA (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Carnevale di Venezia 2022 “soft”: controlli e niente feste di massa

"Venezia è pronta a ripartire, sarà un Carnevale certamente non di massa, non ci sarà il volo dell'Angelo (il volo dal campanile di San Marco al palco), ma ci saranno tanti controlli. La città ha dimostrato di saper gestire bene la...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...