7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Arrestato per aver rubato al supermercato, nello zaino 5 bottiglie di Campari

HomeMestre e terrafermaArrestato per aver rubato al supermercato, nello zaino 5 bottiglie di Campari
la notizia dopo la pubblicità

furto in supermercato

Finire nei guai con la giustizia per cinque bottiglie di Campari. E’ successo ieri pomeriggio al supermercato COOPCA di via Alpago a Mestre.

Poco prima delle 17 il direttore del supermercato ha notato un individo su i 25/30 anni, alto 1,80 metri che entrava nel supermercato con un carrello della spesa, ove all’interno aveva riposto uno zaino. Lo stesso è stato visto prendere da uno degli scaffali alcune bottiglie del liquore senza prelevare altra merce. Dopo poco però il ragazzo si è diretto verso le casse con il carrello della spesa vuoto, mentre dallo zaino, che era in suo possesso, si udiva un rumore come se delle bottiglie di vetro urtassero tra loro.

Il direttore ha seguito il giovane sino alle casse, vedendo che non effettuava alcun pagamento e che oltrepassava le barriere. Il responsabile ha quindi fermato il ragazzo chiedendogli se avesse occultato qualcosa. L’uomo sin da subito si è mostrato nervoso tanto che all’improvviso, per guadagnarsi l’uscita, ha spinto con violenza al petto la cassiera.

Un’altra cassiera gli ha però bloccato il carrello davanti all’ingresso tanto che finalmente il ragazzo ha acconsentito a raggiungere il direttore nel suo ufficio.
Una volta all’interno dell’ufficio è stato appurato che all’interno dello zaino vi erano 5 bottiglie di Campari nascoste. A quel punto il ragazzo ha tentato la fuga raggiungendo le casse e oltrepassandole.

All’uscita del supermercato però è stato bloccato da due cittadini di colore, che solitamente stazionano davanti alle porte per chiedere l’elemosina, così il giovane è stato consegnato alla pattuglia della Polizia, intanto allertata.

Il totale del tentato furto era di 67,00 euro. Le bottiglie che non sono state danneggiate, sono state quindi restituite al direttore del supermercato mentre l’uomo fermato, A. F. veneziano del 1988, è risultato avere a carico già un precedente di Polizia, quindi è stato tratto in arresto per il reato di “Rapina impropria” e condotto in Questura. Il P.M. di turno ha disposto che A.F. fosse posto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.

Redazione

[24/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...
spot

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...
Advertisements

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...