Arrestati tre sfruttatori rumeni: chiedevano 500 euro a settimana alle prostitute per il posto in strada

ultima modifica: 28/11/2013 ore 18:13

118

carabinieri arrestano uomo manette

Arrestati ieri dai Carabinieri di Treviso tre romeni accusati di favoreggiamento e sfruttamento aggravato della prostituzione nei confronti di giovani ragazze originarie dell’Est Europa.

L’arresto è stato possibile grazie all’aiuto dato da due sorelle romene che lavoravano per loro. In cambio di protezione infatti, i tre chiedevano loro 500 euro a settimana, una sorta di pizzo per poter occupare un tratto della Pontebbana: in caso contrario, le ragazze ricevevano anche delle minacce di morte.

D. N. di 35 anni, L. R. di 29 anni e una ragazza 24enne A. L. C., i “protettori” delle giovani prostitute. Le ragazze venivano reclutate in patria, arrivavano a Treviso e venivano alloggiate in hotel della provincia.

Il Gip di Treviso ha emesso tre ordinanze di custodia cautelare per i reati di favoreggiamento e sfruttamento aggravato della prostituzione.

Alice Bianco

[27/10/2013]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

nuovo virus cinese 'Coronavirus' ceppo della Sars: ultimi aggiornamenti
"Bomba Day" a Marghera: evacuazione domenica 2 febbraio per migliaia di cittadini. Tutte le informazioni

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here