COMMENTA QUESTO FATTO
 

guardia di finanza controlli

Risveglio ed inizio settimana brusco per otto persone tra imprenditori e funzionari pubblici comunali e provinciali, che stamane sono stati prelevati dai Carabinieri di Padova e dai colleghi delle Fiamme Gialle presentatisi negli uffici di Provincia e Comune, dando esecuzione ai provvedimenti di custodia cautelare.

L’ipotesi di reato è associazione a delinquere finalizzata a numerosi reati contro la Pubblica amministrazione (turbativa d’asta, abuso d’ufficio e corruzione).

Gli imprenditori arrestati sono tre, mentre sono invece finiti agli arresti domiciliari cinque dipendenti pubblici tra funzionari della Provincia di Padova, un tenente colonnello dell’esercito e una dirigente del Comune di Padova.

Oltre agli otto principali indagati, spuntano anche i nomi di un ex deputato del Pdl, della sua compagna e di un sindaco del padovano.
Ma le indagini riguarderebbero anche un imprenditore edile di 91 anni, dirigente dell’Immobiliare Valli, e un veneziano al vertice di “EuroSoa Spa”, importante società italiana che rilascia “attestati” per le aziende che lavorano con appalti pubblici.

Le relazioni (contatti, amicizie) intercorse fra imprenditori e funzionari, hanno subito fatto pensare al favoreggiamento di alcuni imprenditori rispetto ad altri, nell’ambito di gare d’appalto per ristrutturazioni di scuole, case Ater, caserme ed altri edifici pubblici.

Questo per un totale di 4 milioni di euro di lavori pubblici, 200 mila solamente per l’adeguamento del tribunale di Padova alla normativa antincendio, appalto gestito dalla funzionaria del Comune di Padova.

L’operazione, denominata “Pantano” e in corso da circa due anni, è coordinata dal pm padovano Federica Baccaglini. Sono state eseguite circa una quarantina di perquisizioni, esaminati contratti e bandi di gara degli ultimi cinque anni e sono stati notificati altri 22 avvisi di garanzia per ulteriori indagati.

Alice Bianco

[21/10/2013]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here