31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono colpevoli, hanno ucciso Meredith Kercher, lo dice la Corte d’assise d’appello di Firenze

HomeCronacaAmanda Knox e Raffaele Sollecito sono colpevoli, hanno ucciso Meredith Kercher, lo dice la Corte d’assise d’appello di Firenze

amanda knox omicidio meredith

Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono colpevoli, hanno ucciso Meredith Kercher. Per Amanda una condanna a 28 anni e sei mesi, per Raffaele una condanna a 25 anni. Questa la decisione della Corte d’assise d’appello di Firenze che arriva a serata inoltrata, attorno alle 22, dopo dodici ore di camera di Consiglio .

Il Tribunale ha accolto i «rilievi» della Cassazione e spazzato via le assoluzioni che altri giudici, a Perugia, avevano decretato il 4 ottobre 2011.
«Torneremo in Cassazione», annunciano le difese confermando come la storia non sia affatto chiusa.
Amanda Knox è negli Stati Uniti, Raffaele Sollecito rimane libero anche se con divieto di espatrio, per lui, secondo i giudici fiorentini, «sussiste concreto e attuale pericolo di fuga». Nessuna misura è stata stabilita invece per Amanda perché, dopo l’assoluzione in appello a Perugia, si trova ora «legittimamente nel suo Paese di origine» e «non sussiste pericolo di fuga da territorio nazionale».

E Patrick Lumumba? Lui sorride, finito in carcere nel 2007 dopo l’ingiusta calunnia di Amanda: «Ero convinto che la condanna sarebbe stata confermata, Amanda sa cosa è successo quella notte».

Meredith Kercher fu uccisa il 2 novembre 2007, era una studentessa inglese di vent’anni. Da subito sotto accusa Amanda Knox e Raffaele Sollecito vennero portati in prigione, mentre poche settimane più tardi, in Germania, venne fermato Rudy Guede, incastrato da prove scientifiche inoppugnabili. È l’unico, lui, già condannato in via definitiva: sedici anni, e tra poco, fanno sapere gli avvocati, comincerà a usufruire dei benefici, a uscire.

Paolo Pradolin

[31/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.