Accordo tra Save e Catullo di Verona porterà benefici nell’intera rete aeroportuale del Nordest

ultima modifica: 27/03/2014 ore 14:32

193

aeroporto canova treviso

L’aeroporto di Treviso vede positivamente l’accordo stretto fra la veneziana Save e il ‘’Catullo’’ di Verona. Il nuovo polo del Nordest infatti, porterà lavoro e buoni risultati economici anche allo scalo del Canova.

Gianni Garatti, presidente di AerTre, controllata da Save si è espresso affermando: ‘’Esprimo le mie più vive congratulazioni e la nostra massima disponibilità affinché questo nuovo network aereoportuale del Veneto si trasformi in concreti risultati in termini di arrivi e partenze’’.

Pensando a Treviso e allo scalo Canova ha poi auspicato che venga presa in considerazione proprio la stazione aereoportuale, consentendone così un aumento del numero di voli.

Garatti parla ovviamente a nome di tutti gli imprenditori trevigiani coinvolti nel settore turistico (Confcommercio della Marca e Consorzio di promozione turistica), perché questo accordo, possa portare vantaggi e crescita economica al comparto e al Veneto stesso.

Con il progetto del “Polo aeroportuale del Nordest”, si presume che il traffico annuale di passeggeri sia destinato a superare i circa 13 milioni di passeggeri. ‘’Una realtà che all’economia e, in particolare, al turismo del Veneto, farà fare uno straordinario balzo in avanti per autorevolezza e aumento dell’offerta per l’incoming regionale’’, ha commentato fiducioso, Gianni Garatti.

Redazione

[26/03/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ nuovo virus cinese 'Coronavirus' ceppo della Sars: ultimi aggiornamenti
➔ "Bomba Day" a Marghera: evacuazione domenica 2 febbraio per migliaia di cittadini. Tutte le informazioni

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here