A Treviso 30 orari, limite di velocità salva pedoni, favorevoli e contrari

95

giovanni manildo sincado treviso

La proposta del sindaco di Treviso Giovanni Manildo di limitare la velocità degli automobilisti a 30 km all’ora all’interno delle mura, sta riscuotendo consensi e non.

A parlare attraverso la bacheca della pagina Facebook ufficiale del sindaco, gli stessi cittadini, tra chi lo appoggia e chi ritiene la delibera Salva Pedoni una follia.

I complimenti si alternano alle lamentele, così come a domande che il primo cittadino ha dribblato e ha lasciato lì in bella mostra. Giuliana esprime in poche parole il suo pensiero: “Non è possibile!”, Simone di parere contrario afferma: “Quest’iniziativa è importantissima, lodevole e può cambiare la qualità del vivere la nostra città con disagi inesistenti per le auto. Bravi!”.

C’è invece chi dà anche qualche consiglio, come Fabio: “Grazie sindaco, ma non si faceva prima a rendere il centro pedonale? Un 2.000 come fa a tenere i 30 chilometri orari? Chi rispetterà il limite?”

Graziella invece punta il dito sugli stessi ciclisti e pedoni: “Nessuno li controlla (i ciclisti) e spesso sono loro a mettere a repentaglio l’incolumità sbucando contromano, passando sugli spazi pedonali, sui marciapiedi e a volte a velocità assurda. Non si risolve niente portando il limite a 30.”

Intanto è stata approvata l’iniziativa di compilare un questionario, che in collaborazione con Community Media Research, permetterà ai cittadini di dire la propria sulla città, problemi, soluzioni ed iniziative per il futuro.

Alice Bianco

[20/01/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here