24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Vendita villa Heriot alla Giudecca, Zappalorto: “inevitabile”

HomeNotizie Venezia e MestreVendita villa Heriot alla Giudecca, Zappalorto: "inevitabile"

Il commissario straordinario del Comune di Venezia, Vittorio Zappalorto, dopo la seduta del Consiglio che ha approvato la delibera relativa all’immobile denominato Villa Heriot alla Giudecca, specificando che l’eventuale vendita potrà essere perfezionata solo dopo il completamento della procedura urbanistica richiesta dalla variante al Pat, ha spiegato la situazione:

“Dopo la mancata vendita alla Cassa Depositi e Prestiti dei Palazzi Diedo e Gradenigo, per rispettare il patto di stabilità appare necessaria sia la vendita di detti palazzi, se si fa avanti un compratore privato, sia quella eventuale di Villa Heriot, nella parte decisa”.

Il commissario prefettizio aggiunge: “Quest’ultima è una possibilità obiettivamente remota, poiché trovare un compratore a questa data, quando cioè mancano pochi giorni utili al rispetto del patto, mi sembra alquanto improbabile. Ciò nonostante, non posso non tentare anche questa strada, al fine, lo ripeto, del rispetto del patto di stabilità, il cui sforamento porterebbe a pesanti conseguenze per tutto il Comune di Venezia”.

“Ancora una volta, credo sia giusto dire che i criteri di rispetto del patto, penalizzano in modo evidente una città assolutamente particolare come Venezia. Voglio confidare che il Governo ascolti alcuni parlamentari che stanno lavorando per riconoscere a questa città la sua specialità” ha concluso Zappalorto.

Redazione

(foto: il commissario Zappalorto, davanti)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.