20.8 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Zamparini colpisce ancora, bye De Zerbi

HomeCalcioZamparini colpisce ancora, bye De Zerbi

Zamparini colpisce ancora, bye De Zerbi

La follia, il delirio è compiuto. De Zerbi lascia Palermo, accusato dal proprio presidente di incapacità e malafede (o quasi); come se avesse fatto di tutto per farsi esonerare. Peccato che il suo presidente è Maurizio Zamparini, lo stesso che dal 2002 ha cambiato la bellezza di 28 allenatori. Una girandola di nomi che si sono anche ripetuti più volte sulla panchina rosanero.

Quello che sconforta maggiormente, è la mancanza di dignità di alcuni di loro, si può comprendere la voglia di lavorare, la fame economica ma a volte tutto questo dovrebbe passare in secondo piano.
Per fortuna questa volta Ballardini ha avuto i coraggio di chiedere troppo e quindi il buon patron ha ripiegato su Eugenio Corini. Uomo che conosce bene la piazza.

Chi sono stati questi ventotto? Citarli tutti è impossibile ma possiamo ricordare Francesco Guidolin (tecnico che portò Palermo in Europa), Stefano Colantuono, Davide Ballardini, Walter Zenga, Delio Rossi, Devis Mangia, Giuseppe Sannino, il sempre presente Alberto Malesani (nelle situazioni disperate), Gennaro
Gattuso e Giuseppe Iachini.

Tutti ovviamente presentati come tecnici di sicuro talento e futuro, per poi essere allontanati con disprezzo.

Negli anni Zamparini ha scovato e fatto esordire calciatori di sicuro talento, che gli hanno fatto guadagnare fior fiori di quattrini. Da Cavani a Pastore fino a Toni e il giocattolo ha retto fino a oggi. Tirare troppo la corda però, alla fine non paga, la situazione della squadra oggi è, infatti, figlia di un mercato esagerato in uscita e di troppe scommesse in entrata. Una rosa inadeguata alla serie A che fallirebbe anche sotto la guida di Carlo Ancellotti o Guardiola.

L’unico che si dovrebbe esonerare è Zamparini, fautore di un disastro sportivo che sta rendendo Palermo lo zimbello dell’Italia sportiva. Qui a reagire dovrebbero essere gli stessi tifosi, con una protesta nei confronti della dirigenza.

Sono anni che Zamparini “minaccia” di voler lasciare il calcio, che è pronto a vendere la squadra ma alla fine si rivelano parole vuote.

Personaggi del genere sono la rovina di questo sport, fanno quasi sperare che gli imprenditori o presunti tali cinesi, ci invadano il campionato. Almeno i loro deliri di onnipotenza sono in una lingua che non comprendiamo.

Mattia Cagalli

02/12/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.