21.1 C
Venezia
martedì 21 Settembre 2021

“Zaia sta cementificando tutto”. Veneto al primo posto per territorio cementificato per il 2° anno consecutivo, il duro attacco di Jacopo Berti (M5S)

HomeAmbiente"Zaia sta cementificando tutto". Veneto al primo posto per territorio cementificato per il 2° anno consecutivo, il duro attacco di Jacopo Berti (M5S)

Nuove regole case popolari: lettera del prof. Mozzato a Ater, Regione e sindaci

Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, sta “cementificando tutto…”. Il duro attacco parte da Jacopo Berti (M5S) sulla base della triste primato del Veneto che per il secondo anno consecutivo risulta essere al primo posto per territorio cementificato (Ispra).

Jacopo Berti, consigliere regionale per il Movimento 5 Stelle, indirizza i suoi strali al governatore attraverso la propria pagina Facebook.

Il testo, significativo per i contenuti aldilà degli orientamenti politici, si conclude con un invito ai cittadini ad “alzare la testa”, facendo riferimento all’atteggiamento recente dei veneti che, negli ultimi tempi, sembrano adottare il silenzio – forse con perplessità – anche davanti a decisioni che a molti paiono “discutibili”.

Questo il testo della “lettera aperta”.

“E per il secondo anno di fila, il premio “Betoniera d’Oro” a Luca Zaia!!

Applausi a scena aperta dei cementificatori, nel silenzio attonito dei Veneti.

Grande Luca, quanto manca per cementare tutta la pianura padana? Dai che ci sei quasi!!
Hai mai pensato di tombinare il canal grande? No perchè già che ci siete me lo aspetterei da voi.

Per il secondo anno di fila la relazione Ispra mette il Veneto al primo posto per territorio consumato e cementificato. Un primato che mi riempe di vergogna e rabbia.

Zaia d’altronde ha la sua visone anni 80 del Veneto: cemento, asfalto, capannoni ovunque, l’ambiente come problema e non come opportunità.

E ci sta, guardatelo: va in assonanza perfetta con il suo look leccato da discodance.

Noi però siamo l’opposto.

Il suolo non va consumato, ma rigenerato e custodito. Abbiamo decine di migliaia di case vuote, 90.000 capannoni abbandonati, centri commerciali costruiti nel nulla, che umiliano la bellezza del Veneto. Il cemento va bloccato e dobbiamo invertire la tendenza.

La demolizione deve diventare il business del futuro.
La riqualificazione dell’esistente è già un business da milioni di euro, una fonte di guadagno inesauribile per artigiani e imprese. E’ là che dobbiamo spingere sempre più forte, perchè più ambiente significa più schei, più salute, più futuro.

Impossibile? Beh, Torino ce l’ha fatta, grande Chiara! Perchè per noi del M5S è una ossessione migliorare l’ambiente in cui viviamo. Rendelo più bello, pulito e moderno.

Io ci credo, e so che siamo in molti.

E’ ora di farsi sentire!”

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Credevo in un Zaia diverso, mi dispiace, perché lo ammiravo. Adesso mi rendo conto che sono solo bravi a ciarlare contro il Sud e loro fanno peggio.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor