Presidente Zaia annuncia comunicazioni sul coronavirus

ultimo aggiornamento: 13/07/2020 ore 06:16

6612

Zaia: "Oms ha certificato nuova ondata di contagi. Elezioni in autunno significa non votare"

Il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha annunciato una comunicazione, nella forma di quelle che si tenevano abitualmente quotidianamente alle 12 fino a qualche giorno fa, per domani, lunedì.

Questo il testo: “Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, effettuerà domani, lunedì 13 luglio, alle ore 12,30, nella sede della Protezione Civile regionale di Marghera, via Paolucci 34, una comunicazione sulla situazione dell’epidemia da Coronavirus”.


Non ancora noti i contenuti che verranno esposti dal Governatore, ma è facilmente ipotizzabile il focus del discorso che, con ogni probabilità, riguarderà la situazione non positiva come si vorrebbe del coronavirus.

Praticamente contemporaneamente all’annuncio della Regione Veneto, sono infatti giunti i dati aggiornati a domenica pomeriggio dell’andamento della pandemia in Italia.

Sono 234 i nuovi contagiati da Covid nelle ultime 24 ore, in risalita rispetto ai 188 di ieri.
Le vittime sono 9 (di cui 8 in Lombardia), contro le 7 di ieri.
I casi totali salgono a 243.061, i morti a 34.954.
Dei nuovi contagiati 77 sono in Lombardia (32,9%) e 71 in Emilia Romagna (30,3%); se ne registrano 28 in Calabria, (i migranti sbarcati nel Reggino).
Questi numeri in presenza dell’effettuazione di appena 38.259 tamponi, in calo rispetto agli oltre 45 mila di ieri, secondo i dati del ministero della Salute.


Parallelamente l’Ansa riporta questa sera che sono 68 i positivi al Covid in terapia intensiva in Italia (uno più di ieri) registrando per il secondo giorno consecutivo un lieve aumento.

A spingere il Presidente verso un nuovo annuncio forse anche l’indiscrezione per cui nei prossimi giorni, sempre secondo fonti del ministero della Salute, il governo deciderà se e come prorogare lo stato di emergenza.

Relativamente agli ingressi dall’estero, si apprende che sono in corso le ultime valutazioni sui Paesi da aggiungere o togliere dalla lista dei 13 finora individuati. Al divieto di ingresso si prevede la possibilità di rimpatrio immediato.

Per quanto riguarda invece le misure contenute nel nuovo Dpcm (che uscirà il 14/07) con ogni probabilità significherà posticipare le aperture di discoteche, fiere e congressi.

Dovranno inoltre essere conservati i protocolli di sicurezza come condizione di apertura delle attività produttive e commerciali e si prevede l’obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi.

Confermato fino al 31 luglio anche il divieto di assembramento, così come l’applicazione della sanzione penale per chi viola la quarantena obbligatoria.

(foto da archivio)

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here