25.1 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Voce del Verbo di oggi: Ritirare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina CorsoVoce del Verbo di oggi: Ritirare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

Voce Verbo oggi Ritirare 1a coniugazione

Voce del Verbo
Ritirare
Prima coniugazione Modo infinito.

Basta allenarsi. E prima o poi s’impara.
Talvolta il ring spinge alla disputa, hai già indossato i guantoni, ma poi ti potresti chiedere:” Chi devo accontentare,
quelli che vengono a controllare se mi stendono?
O quelli che ansimano per vedermi vincitore davanti ad un uomo a terra?”
Ritirare le ambizioni, rompere patti indecenti, è quasi sempre un bene.

C’è anche un altro modo di ritirarsi e si appella al verbo rinunciare.
Sembra impossibile, ma quando abbiamo davanti ai nostri occhi ciò che per tutta la vita abbiamo ambito,
ecco che ci vien voglia di rinunciare.
Perchè ? Forse perchè non è poi così importante vincere, la vittoria ha un sapore meschino e persino, a volte, volgare. Se uno vince, vuol dire che qualcun altro perde.
Voi dite che nello sport non è così? Avete ragione, altrimenti, che si gareggia a fare?
La nostra rinuncia vuole occuparsi della vita, di ciò che accade o non accade.
La nostra esistenza può essere molto colorata, o molto buia.
Rinunciare in anticipo a distinguere i colori, può diventare un buon metodo per amplificare il tuo verbo, il tuo essere irrimediabilmente rinunciatario, senza che nessuno riesca a darti torto.

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.