Voce del Verbo di oggi: Temere. 2a coniugazione, Modo infinito

ultimo aggiornamento: 16/04/2015 ore 05:41

154

rondine LARGE

Verbo intuitivo e duttile con i sotterfugi della mente che incalzano,
Magari temiamo senza ragione di pena, andrà tutto bene, presto troverai un lavoro, una ragione per tirare avanti, magari vincerai ad una una lotteria.
Non sappiamo se quanto stiamo temendo ci consegnerà il domani o la storia del nostro passato. In fondo, che importa?
Temo di non farcela, temo di non riuscire a dirtelo, temo il giorno che verrà.
Temo, ma non ho paura, temo la tristezza della speranza che è andata altrove.

– Lo sai o non lo sai che la speranza è giocosa, che ama scherzare?
– Temo ogni desiderio dopo aver imparato a farne a meno. Come posso spartire un sogno con il tremore nel petto?
– Eppure tremare è meglio che ignorare, abita nel tuo sussulto il verbo ripensare, temi e sei uno, temiamo e siamo in tanti. Ma le hai viste le rondini che cercano il sole? Le ali che vanno oltre le tue paure?
– Ho visto le ali e guardato i miei piedi, son qui che dimorano senza volare.
– E’ quasi ovvio che non sai aspettare, temi la vita e non so cosa dirti, se non riferirti che puoi sempre provare, a modo tuo, a volare.


Andreina Corso

16/04/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here