Voce del Verbo di oggi: Rompere. 2a coniugazione, Modo infinito. Di Andreina Corso

ultima modifica: 03/02/2015 ore 05:27

156

18 anni: stalking a Venezia verso la ex di 40

Voce del Verbo
Rompere
Seconda coniugazione Modo infinito

Rompere per poi buttare.
Rompere per poi aggiustare.
Rompere perché è necessario.
Recuperare perché si deve.
Si rompono le macchine, i piatti, i giocattoli, si rompono gli ingranaggi, gli accordi dei politici, le strategie parlamentari.
Rompi e i cocci sono tuoi.

Non si rompe un’amicizia vera, un affetto, una condivisione.
Se si frattura si incolla con quel che resta di noi, della nostra umanità.
Possiamo chiedere consiglio al nostro cane, che non rompe mai, che è sempre pronto a perdonare.
Talvolta si rompe con la vita perché la vita si è rotta.
Per una vita rotta altre milioni riemergono intatte.
Non c’è niente di male. Succede.
Anche se muore l’anima, di buono c’è che non si vede.

Andreina Corso

[02/02/2015]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

2 persone hanno commentato questa notizia

  1. Rompere…. ha un suono secco ma nello stesso tempo se vogliamo dolce.
    Il coraggio di rompere ogni schema .Quando ci si chiede cosa sia il coraggio bisognerebbe aprire i propri orizzonti e osservare la società in cui viviamo, per giungere alla conclusione che il coraggio dell’uomo sta nella capacità superare quei preguidizi e limiti mentali con cui siamo cresciuti radicati in noi.
    Rompere il ghiaccio con una parola, uno sguardo, un sorriso…

    Io sono abbastanza pasticciona e distratta ahime’ e non manca occasione che rompa qualcosa 😛 Mi dico sempre: probabilmente era un segno, era il momento di un nuovo volto alla casa attraverso l’acquisto di un utensile, un servizio di piatti, bicchieri etc etc 😀

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here